Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Analisi economico - aziendale delle società di calcio quotate in borsa: il modello Juventus F.C.

I punti di riferimento per comprendere i mutamenti avvenuti nel mondo del calcio professionistico sono sostanzialmente tre. Due delibere del Consiglio Federale del 1966 mutarono in società di capitali le associazioni sportive. Successivamente, nel 1981 vi fu l'introduzione dell'"indennità di preparazione e promozione" (IPP) che riconobbero giuridicamente il professionismo sportivo, disciplinandolo in maniera chiara e strutturata. Poi con la sentenza della Corte di Giustizia Europea, chiamata sentenza Bosman dal nome del calciatore belga, e la relativa legge n. 586/96 si è permesso il riconoscimento del fine di lucro e di un ampio potere contrattuale ai tesserati.
Rispetto al passato le trasformazioni sono quindi evidenti. Le società dovrebbero tendere ad una diversa gestione sempre più qualificata e orientata verso una solidità patrimoniale e ad una redditività tale da far si che il settore calcio si consolidi come fenomeno economico avente un movimento di denaro superiore a quello di imprese operanti in molti altri settori.
Nel corso degli anni però si è assistito ad una gestione inadeguata di suddetto settore dovuta alla mancanza di norme specifiche che dessero un taglio preciso alle problematiche contabili e di bilancio dei club nonché alla mancanza di manager all'altezza dei compiti.
Infatti negli anni 2000, arrivati ormai a convivere con una situazione "drammatica", si è cercato mediante il decreto "Salva-calcio" di correggere le anomalie e far proseguire nella loro esistenza le società stesse. Ad oggi però, nonostante gli interventi precedentemente illustrati, la situazione non si è risolta e le società continuano ad avere problemi di natura economica legati alla lievitazione dei costi di gestione non supportati sufficientemente da tutta la mole di introiti a disposizione.

Nel mio elaborato al primo capitolo saranno ripercorse quelle che sono considerate le tappe fondamentali della nascita, sviluppo ed innovazione del settore calcio con riferimento anche a quelli che sono i motivi della crisi con relative analisi risolutive.
Al capitolo secondo saranno invece analizzati quelli che sono i controlli sulla gestione delle società, volgendo lo sguardo sul quadro normativo nazionale ed internazionale fino alla recente introduzione del progetto della UEFA che prende il nome di "Fair Play Finanziario".
Quindi al terzo capitolo saranno approfonditi quelli che sono i bilanci delle società di calcio da un punto di vista contabili sia nazionale che internazionale. Infine nel quarto ed ultimo capitolo parlerò della Juventus Football Club, sottoposta ad analisi aziendale e di bilancio nonché argomentata come modello di riferimento del calcio italiano.

Mostra/Nascondi contenuto.
“Il  mondo  del  calcio,  e  più   specificatamente  quello  professionistico,  è  mutato  nel   corso  degli  anni.  Anzi  i  mutamenti,  rispetto  a  poche  decine  di  anni  fa,  sono  stati   senza  tema  di  smentita  più  incisivi,  determinanti  e  sconvolgenti  rispetto  ad  altri   settori  della  Società.     Se  volessim o  bloccarlo  in  un  fotogramma  basterebbe  solo  avvicinare  le  sbiadite   immagini   in   bianco   e   nero   della   storica   “Domenica   Sportiva”   alle   attuali   programmazioni   a   colori   ed   in   3D.   Due   realtà   che   danno   il   senso   solo   del   mutamento  televisivo,  di  cosa  lo  spettator e  vede  dallo  schermo,  ma  che  nella   sostanza  è  figlio  di  quanto  in  poco  tempo  è  accaduto.     I  miei  primi  ricordi  del  calcio  giocato  risalgono  ai  primi  anni  ’90  ai  quali  si   accompagnarono  anche  le  mie  prime  prestazioni  come  atleta.  Era  il  tempo   dell’album  “Pa nini”  e  della  ricerca  delle  figurine  mancanti,  era  il  tempo  dei   numeri  dall’1  all’11  senza  i  nomi  dei  giocatori,  era  il  tempo  della  domenica   come  unica  giornata  di  campionato  ed  era  il  tempo  dei  contratti  conclusi  con   una  semplice  stretta  di  mano.     Con  il   passare  degli  anni,  è  mutato  il  mio  rapporto  con  questo  mondo:  non   tanto  e  non  solo  per  la  mia  maturazione  ma  quanto  per  le  innovazioni  che  il   calcio  ha  avuto  e  dalle  quali  sono  stato  estremamente  interessato.     Oggi  infatti  il  mio  interesse  va  oltre  il  ris ultato  agonistico,  la  gioia  della  vittoria   e  lo  sfottò  nei  confronti  degli  avversari,  abbracciando  argomenti  di  natura  più   tecnico-­‐  economica:    la  saggia  amministrazione  delle  società,  che  un  tempo   vivevano   unicamente   sulle   spalle   del   Presidente,   oggi   si   p resenta   assai   più   complessa  ed  interessante,  proiettata  verso  realtà  commerciali  e  remunerative   più  ampie  con  finalità  sempre  più  economiche  che  unicamente  sportive  ”.      

Laurea liv.I

Facoltà: Economia

Autore: Giorgio Pompili Rossi Contatta »

Composta da 91 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2172 click dal 27/05/2014.

 

Consultata integralmente 4 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.