Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Cause e conseguenze degli External Imbalances: una proposta per porvi rimedio nel contesto dell'Unione Economica e Monetaria Europea

Gli external imbalances rappresentano, per l'economia globale odierna, una problematica che dovrebbe essere posta sempre in primo piano, al fine di garantire la crescita armoniosa delle varie economie.
Nel contesto dell'Unione Economica e Monetaria europea il problema assume ancor più importanza, per via del venir meno delle politiche monetaria e dei tassi di cambio tra gli strumenti in mano ai policy makers.
L'obiettivo di questa Tesi è condurre un'analisi delle dinamiche alla base degli external imbalances, delle possibili cure e dei rimedi attualmente previsti nell'ambito dell'UEM, criticando questi ultimi e proponendo un modus operandi alternativo.

Mostra/Nascondi contenuto.
INTRODUZIONE L’obiettivo perpetrato durante la stesura di questa tesi è quello di analizzare le dinamiche relative agli external imbalances, o squilibri esterni, inizialmente da un punto di vista globale, restringendo in seguito il campo visivo alle vicende della sola Eurozona. Nel primo capitolo si presenta il fenomeno macroeconomico in questione e si spiega come esso possa essere legato alle crisi economico-finanziarie da un rapporto di causalità: gli squilibri esterni possono essere visti come fenomeni anticipatori, se non direttamente cause principali, di gravi crisi. Il legame è giustificato presentando, in via preliminare, tre casi storici in cui crisi economiche sono state precedute da gravi squilibri esterni. Il secondo capitolo propone la spiegazione di tre modelli che possono essere utilizzati per studiare gli squilibri esterni da vari punti d’osservazione; in particolare ogni modello deriva da una delle tre classiche definizioni del current account. Nel terzo capitolo si conclude l’analisi degli external imbalances come fenomeni anticipatori di crisi economiche, con la proposizione di tre studi riguardo le cause scatenanti gli squilibri e le dinamiche che legano questi ultimi all’andamento di determinate variabili macroeconomiche. Nel quarto capitolo sono presentate e commentate varie “ricette” per la soluzione delle problematiche derivanti dagli external imbalances: dapprima l’approccio fiscale diventato mainstream nella letteratura economica degli 6

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Economia

Autore: Alex Arcangelo Selvaggini Contatta »

Composta da 149 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 770 click dal 04/06/2014.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.