Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

''Quel sottile filo rosso'' tra satanismo e criminalità

Parlare di satanismo è tutt'altro che facile. Si tratta di un argomento che, come tutto ciò che appare occulto e celato agli occhi dei più, attrae e affascina, ma che allo stesso tempo spaventa. Spaventa perché il satanismo non è frutto della fantasia o qualcosa di riconducibile all'immaginazione, non è confinato nel lontano passato (Medioevo e Rinascimento), non è un'invenzione della Chiesa (come qualcuno ha sostenuto) ma è un fenomeno che esiste realmente ed in molteplici e spesso sconosciute manifestazioni.
Ho scelto di trattare questo argomento perché sono sempre molto interessata ai fenomeni di tipo associativo e a come si sviluppano, all'interno di un gruppo (in questo caso “setta”) le dinamiche relazionali che sfociano poi in attività di rilevanza sociale e giuridica (mi riferisco al compimento di reati).
In questo lavoro l'Autore si propone di definire preliminarmente il concetto stesso di “satanismo” e di “setta satanica”, per poi analizzare le caratteristiche delle sette, le finalità che esse perseguono e il modo che esse hanno di reclutare gli adepti. Effettueremo poi un excursus storico per scoprire le origini del fenomeno e come esso si è sviluppato fino ai nostri giorni. Analizzeremo le principali associazioni sataniche esistite e tuttora esistenti in Italia e nel mondo, seguendo le classificazioni che gli studiosi hanno proposto sia dal punto di vista sociologico che dottrinale, e analizzando le varie tipologie di satanisti e le loro caratteristiche. Ci soffermeremo in particolar modo sul tristemente famoso caso delle Bestie di Satana, che è stato definito uno dei casi più eclatanti di “satanismo acido" di tutti i tempi.
Nel secondo capitolo si osserverà il fenomeno dal punto di vista giuridico, ossia si cercherà di capire se e in quale misura il satanismo abbia una rilevanza penale e come si coniugano le libertà, costituzionalmente garantite, di professare la propria fede religiosa, di associarsi e di riunirsi con il fenomeno di cui ci occupiamo.
Proseguiremo, poi, descrivendo brevemente i reati che possono essere commessi dai satanisti, soffermandoci, in particolare, sui reati sessuali commessi soprattutto ai danni di donne e bambini e sugli omicidi rituali.
Nell'ultima parte del secondo capitolo tratteremo un caso reale che, per ferocia e crudeltà, sconvolse l'opinione pubblica italiana nei primi anni del nuovo millennio: l'omicidio di suor Maria Laura Mainetti avvenuto a Chiavenna (Sondrio) nel giugno 2000.
Infine, nel terzo ed ultimo capitolo, vedremo quali sono i collegamenti tra il satanismo e il mondo giovanile, come e perché i giovani si affacciano a questa realtà oscura e pericolosa, quali sono i fattori che influenzano negativamente la vita adolescenziale portando un giovane ad aderire a sette sataniche e come il minore risponde agli stimoli negativi provenienti dal fenomeno satanico.

Mostra/Nascondi contenuto.
Corso di Formazione in Criminologia e Analisi della Devianza Pagina 1 Introduzione Parlare di satanismo è tutt’altro che facile. Si tratta di un argomento che, come tutto ciò che appare occulto e celato agli occhi dei più, attrae e affascina, ma che allo stesso tempo spaventa. Spaventa perché il satanismo non è frutto della fantasia o qualcosa di riconducibile all’immaginazione, non è confinato nel lontano passato (Medioevo e Rinascimento), non è un’invenzione della Chiesa (come qualcuno ha sostenuto) ma è un fenomeno che esiste realmente ed in molteplici e spesso sconosciute manifestazioni. Ho scelto di trattare questo argomento perché sono sempre molto interessata ai fenomeni di tipo associativo e a come si sviluppano, all’interno di un gruppo (in questo caso “setta”) le dinamiche relazionali che sfociano poi in attività di rilevanza sociale e giuridica (mi riferisco al compimento di reati). In questo lavoro l’Autore si propone di definire preliminarmente il concetto stesso di “satanismo” e di “setta satanica”, per poi analizzare le caratteristiche delle sette, le finalità che esse perseguono e il modo che esse hanno di reclutare gli adepti. Effettueremo poi un excursus storico per scoprire le origini del fenomeno e come esso si è sviluppato fino ai nostri giorni. Analizzeremo le principali associazioni sataniche esistite e tutt’ora esistenti in Italia e nel mondo, seguendo le classificazioni che gli studiosi hanno proposto sia dal punto di vista sociologico che dottrinale, e analizzando le varie tipologie di satanisti e le loro caratteristiche. Ci soffermeremo in particolar modo sul tristemente famoso caso delle Bestie di Satana, che è stato definito uno dei casi più eclatanti di “satanismo acido" di tutti i tempi. Nel secondo capitolo si osserverà il fenomeno dal punto di vista giuridico , ossia si cercherà di capire se e in quale misura il satanismo abbia una rilevanza penale e come si coniugano le libertà, costituzionalmente garantite, di professare la propria fede religiosa, di associarsi e di riunirsi con il fenomeno di cui ci occupiamo.

Tesi di Specializzazione/Perfezionamento

Autore: Gloria Di Mauro Contatta »

Composta da 68 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 853 click dal 11/06/2014.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.