Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il collocamento dei disabili

Sviluppando il criterio dell'integrazione lavorativa si è arrivati alla nuova disciplina generale delle assunzioni obbligatorie l. 12 marzo 1999, n. 68 che abroga la l.n. 482 del 1968.
Con quest'ultima legge generale, ci si propone l'abbandono dell'ottica impositiva dell'assunzione obbligatoria, effettuata senza tener conto delle caratteristiche del posto di lavoro e della formazione del disabile, sviluppare un concreto incontro tra domanda e offerta di lavoro.
La valorizzazione del lavoro del disabile deve avvenire anche attraverso un iter che tenga conto della formazione, concordata con il datore attraverso convezioni, previsione di tirocini formativi o corsi di qualificazioni e riqualificazione.
Nella legge intervengono anche misure adatte ad incentivare l'occupazione dei disabili, sottoforma di fiscalizzazione totale o parziale, sgravi contributivi, rimborso per spese d'adattamento del posto di lavoro.

Mostra/Nascondi contenuto.
4 CAPITOLO 1

Tesi di Laurea

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Giovanni Polidoro Contatta »

Composta da 138 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2310 click dal 11/06/2014.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.