Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il mobbing in italia

Approfondimento sul fenomeno del mobbing e della sua diffusione sul territorio italiano con un' analisi dettagliata sulle fasi di sviluppo, le cause, le tipologie, i costi, le misure d'intervento e prevenzione, sia dal punto di vista legislativo che da quello relativo al miglioramento dell'ambiente di lavoro.

Mostra/Nascondi contenuto.
4 INTRODUZIONE Il mobbing è un fenomeno rilevato in ambito lavorativo che consiste in una forma di molestia caratterizzata dalla ripetizione, per un lungo periodo, da parte di una o più persone, di atteggiamenti ostili basati sulla comunicazione che hanno come conseguenza l’isolamento sociale della “vittima” designata. Il termine mobbing è stato coniato per la prima volta da studiosi di psicologia del lavoro scandinavi ed è entrato presto a far parte di molte lingue e culture. Soltanto una ventina di anni fa, pochi ne conoscevano il significato. Solo con gli studi e le ricerche promosse per la prima volta in Svezia agli inizi degli anni ottanta la conoscenza e lo studio del mobbing si è esteso in Germania e negli altri paesi del nord Europa, fino ad arrivare, anche in Italia. La fortuna del termine mobbing risiede nella sua particolare pregnanza di significato: una sola parola, facile da pronunciare in tutte le lingue, riassume in sé, con straordinaria efficacia e concisione, tutto il complesso ed ambiguo mondo della persecuzione psicologica esercitata sul posto di lavoro. In Germania, le prime notizie sul fenomeno mobbing hanno cominciato a circolare nel 1990 sulla scia del successo di conferenze e reportage televisivi promossi dal professor Heinz Leymann. Questo ricercatore tedesco, da anni emigrato in Svezia, è considerato il fondatore di questa nuova direzione di ricerca della Psicologia del Lavoro, a cui lui stesso ha dato il nome di mobbing, mutuando il termine dall’etologia, ove indicava un comportamento aggressivo

Laurea liv.I

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Emanuele Croce Contatta »

Composta da 151 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1165 click dal 27/06/2014.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.