Skip to content

Lo sviluppo del factoring in Italia. Il caso Credem

Informazioni tesi

  Autore: Simone Frattini
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2011-12
  Università: Università degli Studi dell'Insubria
  Facoltà: Economia
  Corso: Economia aziendale
  Relatore: Cristiana Schena
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 60

La stretta creditizia con la quale ci troviamo costretti a convivere ormai da qualche anno sta prendendo sempre più corpo, costringendo gli istituti di credito a stringere sempre più i cordoni della concessione di credito.
Fortunatamente questo fenomeno non riguarda tutte le banche nella stessa misura; alcune banche hanno l’obiettivo di ridurre e spesso addirittura azzerare la concessione di credito al sistema produttivo per poter ridurre l’elevata esposizione al rischio comportata dal credito anomalo; altre banche hanno scelto una linea più morbida, prevedendo l’interruzione temporanea solo nella concessione di nuova finanza e solo su alcune tipologie di affidamento.
Appare inoltre evidente quanto il sistema finanziario stia mettendo in atto una manovra il cui scopo principale risulta essere quello di rivedere al rialzo spread e commissioni applicate alla clientela per fronteggiare l'aumento delle sofferenze causate dalla crisi finanziaria mondiale in atto; così facendo, le aziende con un rating basso troveranno sempre più difficoltà nell'accesso al credito, anche riguardo a linee di credito finora caratterizzate da una relativa facilità di ottenimento.
Una soluzione a questo problema può essere rappresentata dal Factoring, uno strumento che comporta la valutazione dello standing di chi deve onorare le fatture anticipate, più che sul merito di credito del soggetto che risulta principale debitore. Una scelta che l'impresa potrebbe decidere di effettuare è quella di affidarsi a soggetti esterni, che possono accollarsi in tutto o in parte la gestione dei rapporti commerciali in essere, fornire un servizio assicurativo in caso di default della clientela e anticipare eventuali crediti da incassare generando flussi di cassa per l’azienda. Le società di factoring sono intermediari finanziari specializzati nei compiti appena citati, che vengono costituite da imprese di natura commerciale o industriale, che decidono di centralizzare la gestione della clientela e dei fornitori, oppure nell’ambito del settore finanziario, all'interno o meno di un gruppo bancario.

Il presente lavoro si propone di sviluppare alcuni aspetti legati alle caratteristiche del factoring in Italia. In particolare, nella prima parte del lavoro verrà svolta un'analisi introduttiva del contratto di factoring e delle sue caratteristiche, della sua storia e del suo insediamento nel mercato italiano, soffermandosi poi successivamente sulle motivazioni che spingono le imprese a ricorrere all'utilizzo di questo genere di strumento; questa parte del lavoro appare utile in particolare in virtù del forte tasso di crescita che tale prodotto sta evidenziando negli ultimi in Italia, in Europa e nel mondo. Il factoring, infatti, non offre solo soluzioni di finanziamento; ma anche un servizio di gestione amministrativa e di garanzia del credito. Dal punto di vista della domanda questo significa, per l'impresa che decide di farne ricorso, la possibilità di ottenere benefici non solo dal punto di vista finanziario, ma anche a livello gestionale e commerciale; tuttavia, per ottenere questo tipo di vantaggi, è necessario che lo strumento sia utilizzato in modo corretto in relazione alle esigenze dell'impresa, al tipo di mercato in cui essa opera e al suo posizionamento competitivo.
Nella seconda parte del lavoro si passerà all'analisi di un caso concreto, ovvero quello del Credemfactor, che fa parte del gruppo Credito Emiliano; in particolare verrà esaminata dapprima la posizione di questo intermediario nel mercato italiano del factoring e, in seguito, ci si concentrerà sulla gamma di prodotti che essa offre alla clientela e il target della clientela stessa, così da poter meglio comprendere come si muove concretamente un intermediario finanziario in questo campo e quali sono gli aspetti fondamentali dai quali non si può assolutamente prescindere, soprattutto in un periodo di crisi come quello attuale, dove oculatezza e attenzione sono valori fondamentali per il raggiungimento degli obiettivi prefissati.
Nella parte finale del capitolo si riporta il contenuto di un'intervista svolta presso la sede di una multinazionale che ha stipulato un contratto di factoring con Credemfactor, al fine di inserire una testimonianza diretta esemplificativa riguardante questa tipologia di cessione del credito.
Grazie all'aiuto del Dottor Francesco Lipari, responsabile commerciale di Credemfactor, mi è stato possibile raccogliere dati e informazioni sull'azienda multinazionale e intervistare direttamente un manager dell’azienda, così da potermi confrontare con un caso concreto e capire le dinamiche e gli sviluppi dei rapporti che si possono creare tra intermediario e cliente; un ringraziamento speciale anche a Daniela D’Alia, direttore della filiale Credem di Varese, grazie alla quale ho potuto ottenere dati e informazioni, che ho elaborato autonomamente e integrato con quelli presenti sul sito Internet del gruppo bancario.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
4 I IN NT TR RO OD DU UZ ZI IO ON NE E La stretta creditizia con la quale ci troviamo costretti a convivere ormai da qualche anno sta prendendo sempre più corpo, costringendo gli istituti di credito a stringere sempre più i cordoni della concessione di credito. Fortunatamente questo fenomeno non riguarda tutte le banche nella stessa misura; alcune banche hanno l’obiettivo di ridurre e spesso addirittura azzerare la concessione di credito al sistema produttivo per poter ridurre l’elevata esposizione al rischio comportata dal credito anomalo; altre banche hanno scelto una linea più morbida, prevedendo l’interruzione temporanea solo nella concessione di nuova finanza e solo su alcune tipologie di affidamento. Appare inoltre evidente quanto il sistema finanziario stia mettendo in atto una manovra il cui scopo principale risulta essere quello di rivedere al rialzo spread e commissioni applicate alla clientela per fronteggiare l'aumento delle sofferenze causate dalla crisi finanziaria mondiale in atto; così facendo, le aziende con un rating basso troveranno sempre più difficoltà nell'accesso al credito, anche riguardo a linee di credito finora caratterizzate da una relativa facilità di ottenimento. Una soluzione a questo problema può essere rappresentata dal Factoring, uno strumento che comporta la valutazione dello standing di chi deve onorare le fatture anticipate, più che sul merito di credito del soggetto che risulta principale debitore. Una scelta che l'impresa potrebbe decidere di effettuare è quella di affidarsi a soggetti esterni, che possono accollarsi in tutto o in parte la gestione dei rapporti commerciali in essere, fornire un servizio assicurativo in caso di default della clientela e anticipare eventuali crediti da incassare generando flussi di cassa per l’azienda. Le società di factoring sono intermediari finanziari specializzati nei compiti appena citati, che vengono costituite da imprese di natura commerciale o industriale, che decidono di centralizzare la gestione della clientela e dei fornitori, oppure nell’ambito del settore finanziario, all'interno o meno di un gruppo bancario. Il presente lavoro si propone di sviluppare alcuni aspetti legati alle caratteristiche del factoring in Italia. In particolare, nella prima parte del lavoro verrà svolta un'analisi

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi