Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Cure di fine vita: Migliorare la qualità dell'assistenza e il benessere dell'infermiere che accompagna

Ogni giorno l'infermiere si rapporta con il dolore e la sofferenza del paziente ospedalizzato in fin di vita e con la sua famiglia. La società spesso dà per scontato che chi ha scelto di fare un lavoro di tipo assistenziale, abbia la capacità di fronteggiare qualsiasi situazione legata a malattia e sofferenza, in quanto fare assistenza, è culturalmente ritenuto "una vocazione".
Purtroppo questa idea non corrisponde alla realtà; chi assiste, in quanto umano, con un proprio vissuto e dotato di sentimenti, fragilità e paure, non sempre affronta con serenità la malattia, la sofferenza e la morte.
Un infermiere che sta bene sarà un infermiere che offre una buona assistenza e per fare ciò, deve mantenere vivo l'entusiasmo per il proprio operato, preservando il proprio benessere psicofisico e assicurando la miglior qualità delle cure di fine vita.

Mostra/Nascondi contenuto.
PREMESSA Ogni giorno l'infermiere si rapporta con il dolore e la sofferenza del paziente ospedalizzato in fin di vita e con la sua famiglia. La società spesso dà per scontato che chi ha scelto di fare un lavoro di tipo assistenziale, abbia la capacità di fronteggiare qualsiasi situazione legata a malattia e sofferenza, in quanto fare assistenza, è culturalmente ritenuto “una vocazione”. Purtroppo questa idea non corrisponde alla realtà; chi assiste, in quanto umano, con un proprio vissuto e dotato di sentimenti, fragilità e paure, non sempre affronta con serenità la malattia, la sofferenza e la morte. Un infermiere che sta bene sarà un infermiere che offre una buona assistenza e per fare ciò, deve mantenere vivo l'entusiasmo per il proprio operato, preservando il proprio benessere psicofisico e assicurando la miglior qualità delle cure di fine vita. 1

Laurea liv.I

Facoltà: Medicina e Chirurgia

Autore: Emanuela De Cicco Contatta »

Composta da 129 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2652 click dal 15/07/2014.

 

Consultata integralmente 5 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.