Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il costo del controllo: il caso italiano

Con questo studio è stato affrontato il tema del costo del controllo interno ed esterno.
In realtà, sono molteplici i fattori che possono condizionare il compenso per la revisione, indiscutibilmente la dimensione, la complessità e la situazione economico-finanziaria delle imprese sono motivi valutati dal revisore legale/società di revisione nella fase di pianificazione delle risorse professionali e del numero di ore da impiegare per l'incarico di revisione.
Si noterà come anche la formazione del personale, l'IT, l'indipendenza del revisore saranno elementi tali da influenzarne il compenso.
All'interno del primo capitolo è stato introdotto il sistema di controllo interno ed esterno. Dal Collegio Sindacale all'Internal Auditing, si inseriscono corpi, nei quali, il revisore, con la sua indipendenza, valuterà la complessità, il funzionamento generale, ai fini di portare benefici generici all'impresa.
All'interno del secondo capitolo, è affrontata la sostanza dello studio da un punto di vista nazionale e internazionale.
Successivamente si concentra l'analisi sull'effettiva incidenza del costo del controllo interno sul costo di controllo esterno e si rilevano due teorie emergenti: la teoria della sostituzione e la la teoria complementare.

Mostra/Nascondi contenuto.
- 1 - INTRODUZIONE. Con questo studio è stato affrontato il tema del costo del controllo interno ed esterno, tema attuale che è pur sempre motivo di dibattito e di ricerca visto il persistente cambiamento negli anni e nei diversi paesi. In realtà, sono molteplici i fattori che possono condizionare il compenso per la revisione, indiscutibilmente la dimensione, la complessità e la situazione economico-finanziaria delle imprese sono motivi valutati dal revisore legale/società di revisione nella fase di pianificazione delle risorse professionali e del numero di ore da impiegare per l’incarico di revisione. Si noterà come anche la formazione del personale, l’IT, l’indipendenza del revisore saranno elementi tali da influenzarne il compenso. All’interno del primo capitolo è stato introdotto il sistema di controllo interno, identificandolo come un sistema funzionale e necessario all’impresa, ed è proprio questo che il revisore dovrà valutare, tralasciandone punti di forza e punti di debolezza. Nel sistema di controllo interno si distinguono diversi organi, ognuno con le sue caratteristiche e le sue funzioni. Dal Collegio Sindacale all’Internal Auditing, si inseriscono corpi, nei quali, il revisore, con la sua indipendenza, valuterà la complessità, il funzionamento generale, ai fini di portare benefici generici all’impresa. Ci si è anche soffermati sul sistema di controllo esterno, appartenente al revisore dei conti o alla società di revisione, specificandone alcuni obblighi e principi che quest’ultimo/a deve rispettare. Si ritiene rilevante sottolineare anche nell’introduzione, l’importanza del corrispettivo per l'incarico di revisione legale che non può essere subordinato ad alcuna condizione, non può essere stabilito in funzione dei risultati della revisione, ne' può dipendere in alcun modo dalla prestazione di servizi diversi dalla revisione alla società che conferisce l'incarico, alle sue controllate e controllanti, da parte del revisore legale o della società di revisione legale o della loro rete.

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Economia

Autore: Ilaria Dedola Contatta »

Composta da 88 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 687 click dal 23/07/2014.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.