Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il marketing virale: le potenzialità del passaparola e della condivisione

Questo lavoro vuole essere un modo per analizzare e studiare quel fenomeno noto come viral marketing, nato e sviluppatosi negli ultimi decenni, specialmente grazie alle nuove tecnologie digitali. Infatti attraverso gli strumenti a disposizione sul web le aziende possono usufruire di differenti modi per comunicare con il proprio ambiente di riferimento: qualsiasi messaggio, idea, prodotto, marca o brand può accrescere la sua visibilità e notorietà mediante il passaparola on-line, avviato dagli stessi utenti della rete ed arrivare così al pubblico molto più velocemente che in passato, dove la portata del word of mouth era ridotta a causa dei limiti geografici, che non consentivano comunicazioni immediate e costanti; oggi invece con l’avvento dell’e-wom (passaparola elettronico) e la creazione delle comunità virtuali (community, forum, blogs) si rende possibile lo scambio d’idee e consigli fra utenti e tra essi ed i responsabili aziendali in modo istantaneo e trasparente. Però allo stesso modo questa forma di marketing a volte risulta controproducente, poiché una notizia negativa si diffonde rapidamente e nuoce alla reputazione del soggetto coinvolto. Il marketing virale , ovvero il marketing basato sul passaparola elettronico, comunque non rappresenta una strategia totalmente nuova, ma un modo di fare marketing in modo innovativo e potenziato rispetto al passato ed infatti il web non è l’ambito adatto per sviluppare il marketing tradizionale.

Mostra/Nascondi contenuto.
5 ABSTRACT Questo lavoro vuole essere un modo per analizzare il marketing e le sue componenti, cercando di offrirne un quadro complessivo, e soprattutto studiare quel fenomeno noto come viral marketing, nato e sviluppatosi negli ultimi decenni, specialmente grazie alle nuove tecnologie digitali. Infatti attraverso gli strumenti a disposizione sul web le aziende possono usufruire di differenti modi per comunicare con il proprio ambiente di riferimento: qualsiasi messaggio, idea, prodotto, marca o brand può accrescere la sua visibilità e notorietà mediante il passaparola on-line, avviato dagli stessi utenti della rete ed arrivare così al pubblico molto più velocemente che in passato, dove la portata del word of mouth era ridotta a causa dei limiti geografici, che non consentivano comunicazioni immediate e costanti; oggi invece con l’avvento dell’e-wom (passaparola elettronico) e la creazione delle comunità virtuali (community, forum, blogs) si rende possibile lo scambio d’idee e consigli fra utenti e tra essi ed i responsabili aziendali in modo istantaneo e trasparente. Però allo stesso modo questa forma di marketing a volte risulta controproducente, poiché una notizia negativa si diffonde rapidamente e nuoce alla reputazione del soggetto coinvolto. Il marketing virale , ovvero il marketing basato sul passaparola elettronico, comunque non rappresenta una strategia totalmente nuova, ma un modo di fare marketing in modo innovativo e potenziato rispetto al passato ed infatti il web non è l’ambito adatto per sviluppare il marketing tradizionale.

Tesi di Laurea Magistrale

Facoltà: Lettere

Autore: Marco Pontillo Contatta »

Composta da 134 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 7121 click dal 29/07/2014.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.