Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La promozione delle fonti rinnovabili nella politica energetica europea e nazionale

L'elaborato si propone di analizzare l'evoluzione del contesto normativo e degli strumenti adottati sia in ambito europeo che in ambito nazionale per la promozione delle fonti energetiche rinnovabili (FER) allo scopo sia di promuovere una crescita economica sostenibile e sia di tutelare l'ecosistema.

Mostra/Nascondi contenuto.
4 INTRODUZIONE Il tema dell‟energia riveste negli ultimi anni un peso sempre maggiore nelle decisioni adottate dalle Istituzioni sia a livello internazionale che a livello nazionale. La politica energetica può essere considerata una tra le politiche meno statiche in quanto, la sua disciplina giuridica, è sottoposta ad una costante revisione e aggiornamento in seguito alle frequenti pubblicazioni di nuove ricerche scientifiche che rafforzano sempre di più la consapevolezza di promuovere attività e strumenti atti a ridurre, o quanto meno attenuare, il grave problema del cambiamento climatico, il quale crea dei riflessi negativi non solo dal punto di vista ambientale, ma anche sul piano politico e soprattutto economico. Oggi più di ieri la crisi finanziaria, che nasce negli Stati Uniti nel 2007 ma che in breve tempo si è estesa anche nelle principali economie mondiali determinando una spirale recessiva ancora non superata, ha prodotto dei significativi cambiamenti: crescita dei prezzi dei combustibili fossili, sviluppo di una “coscienza ambientale” che incide sia sulle scelte di natura politica ed economica adottate dai Governi e sia sulle scelte di consumo operate dai consumatori finali ed infine, l‟attuale recessione economica, ha contributo a rivalutare il ruolo delle fonti rinnovabili che hanno assunto, e assumeranno sempre di più nel corso degli anni, un‟importanza primaria. In particolare si intende per fonti energetiche rinnovabili tutte quelle fonti energetiche alternative alle fonti fossili tradizionali (si pensi al petrolio ed ai suoi derivati) dalle quali produrre energia inesauribile e che permettono all‟uomo di realizzare uno sviluppo sostenibile, espressione introdotta per la prima volta dal noto “Rapporto Brundtland” ossia il rapporto approvato nel 1987 dall‟Assemblea Generale delle Nazioni Unite, nel quale figura la nozione di sviluppo sostenibile come quella forma di sviluppo che soddisfa i bisogni della generazione presente senza compromettere i bisogni delle generazioni future. L‟obiettivo di promuovere tale forma di sviluppo si è poi intrecciata negli anni Novanta con l‟esigenza di ottemperare al dilagante problema del cambiamento climatico, sono non a caso gli anni nei quali si susseguono eventi molto importanti a partire dal ‟92 con il Summit di Rio de Janeiro al 1997 data in cui fu ratificato il Protocollo di Kyoto, ovvero un accordo internazionale, volontario, con il quale tutti i Paesi firmatari si sono

Tesi di Laurea Magistrale

Facoltà: Economia

Autore: Annamaria Volpe Contatta »

Composta da 81 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 584 click dal 23/07/2014.

 

Consultata integralmente 3 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.