Problematiche connesse all'apprendimento dell'elettrostatica nella scuola secondaria superiore

Circa 3 anni fa, mi trovavo in macchina con il mio bimbo più grande, Francesco, che allora aveva poco più di tre anni. Ad un certo punto mi chiese: "Papà, perché quando tu giri io mi sposto in là?". Sono sempre stato appassionato di didattica, ma quella domanda mi mise proprio in difficoltà… Come spiegare la dinamica ad un bimbo così piccolo? Quali parole dovevo utilizzare? Come introdurre nel suo mondo dei concetti scientifici? Non ricordo bene come risposi, probabilmente, come capita spesso ai genitori, mi sono inventato una favola verosimile, ma quei interrogativi mi sono rimasti impressi!
Non è molto più semplice spiegare la fisica ad adolescenti e giovani: questa materia, che è "considerata per tradizione difficile", li spaventa, limitandone molto l’apprendimento.
Per questa ragione ho scelto di sviluppare il presente elaborato, a dire il vero, per questo motivo mi sono iscritto alla facoltà di Fisica: per ricercare le modalità più adatte per comunicare il pensiero scientifico.
Ho cercato di rendere il lavoro più concreto, scegliendo un argomento che, pur essendo parte integrante della vita quotidiana, per la gran parte degli studenti risulta ostico da comprendere, l’elettrostatica ed i semplici circuiti elettrici; ne ho anche sperimentato l’apprendimento in una V liceo scientifico.

Mostra/Nascondi contenuto.
Problematiche connesse all’apprendimento dell’Elettrostatica nella scuola secondaria superiore 6 Introduzione Circa 3 anni fa, mi trovavo in macchina con il mio bimbo più grande, Francesco, che allora aveva poco più di tre anni. Ad un certo punto mi chiese: “Papà, perché quando tu giri io mi sposto in là?”. Sono sempre stato appassionato di didattica, ma quella domanda mi mise proprio in difficoltà… Come spiegare la dinamica ad un bimbo così piccolo? Quali parole dovevo utilizzare? Come introdurre nel suo mondo dei concetti scientifici? Non ricordo bene come risposi, probabilmente, come capita spesso ai genitori, mi sono inventato una favola verosimile, ma quei interrogativi mi sono rimasti impressi! Non è molto più semplice spiegare la fisica ad adolescenti e giovani: questa materia, che è “considerata per tradizione difficile” [2] , li spaventa, limitandone molto l’apprendimento. Per questa ragione ho scelto di sviluppare il presente elaborato, a dire il vero, per questo motivo mi sono iscritto alla facoltà di Fisica: per ricercare le modalità più adatte per comunicare il pensiero scientifico. Ho cercato di rendere il lavoro più concreto, scegliendo un argomento che, pur essendo parte integrante della vita quotidiana, per la gran parte degli studenti risulta ostico da comprendere, l’elettrostatica ed i

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali

Autore: Riccardo Malavolta Contatta »

Composta da 132 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 355 click dal 03/09/2014.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.