Skip to content

La Diversificazione nelle Dinamiche Competitive del Settore Agroalimentare Pugliese: Analisi di un caso

Informazioni tesi

  Autore: Lidia d'Elia
  Tipo: Tesi di Laurea Magistrale
  Anno: 2012-13
  Università: Università degli Studi del Salento
  Facoltà: Economia
  Corso: Management Aziendale
  Relatore: Amedeo Maizza
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 57

Nel corso degli anni il sistema agroalimentare è stato analizzato da studiosi ed economisti secondo diverse prospettive: dal punto di vista del settore, della filiera, dei sistemi territoriali locali e della gestione strategica.
Partendo da una rassegna delle recenti statistiche sul settore, il presente lavoro si propone di analizzare i caratteri distintivi dell’agroalimentare pugliese, struttura delle imprese, legame con il territorio, tipicità, qualità, agricoltura biologica, fino a delineare le conseguenze, in termini di competitività e gestione strategica, dovute ai recenti cambiamenti che lo hanno investito, dalla globalizzazione, all’innovazione tecnologica, alle nuove tendenze negli stili di consumo.
Il nuovo consumatore ormai è sempre più alla ricerca del cibo tradizionale o locale considerato non più fine a sé stesso, ma espressione della cultura di uno specifico territorio, e che quindi regala un’esperienza unica da vivere e ricordare.
Da qui emergono nuove opportunità di sviluppo intersettoriale per le piccole-medie imprese del settore, che, sfruttando il binomio prodotto-territorio, valorizzando costantemente le tipicità locali e mantenendo il giusto trade-off tra tradizione e innovazione, hanno la possibilità di accedere a settori contigui e non (ad es. turismo, industria) diversificando la loro attività, per affrontare sfide concorrenziali sempre più accese poste dall’attuale scenario competitivo.
Da questo fenomeno di convergenza intersettoriale nascono quindi nuovi settori, come quello relativamente recente del turismo enogastronomico, di cui la Puglia negli ultimi anni si è resa protagonista.
Pertanto, la diversificazione si rivela una strategia vincente per le imprese agro-alimentari, e l’azienda agricola diviene sempre più “multifunzionale”, ovvero in grado di offrire servizi nuovi e integrati alle sue tradizionali attività.
In questo contesto le istituzioni giocano un ruolo importante con le loro politiche di internazionalizzazione e di sostegno per le attività agricole, al fine di agevolare produttività e competitività delle imprese del Sud.
Nello specifico, in linea con due delle sei priorità di intervento previste per lo sviluppo delle aree rurali pugliesi dal PSR 2014-2020 (“Competitività del sistema agroalimentare-Diversificazione e Sviluppo rurale”), nell’elaborato verranno analizzate le attività diversificate di un’azienda agrituristica pugliese, con le dovute considerazioni finali sulle future prospettive del settore.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
6 CAPITOLO I IL SETTORE AGROALIMENTARE PUGLIESE 1. Il sistema agroalimentare: origini e trend La nascita e lo sviluppo del concetto di sistema agroalimentare negli studi economico-agrari si deve a due autori statunitensi, Davis e Goldberg, che, già nel 1957, sottolineando il progressivo cambiamento del ruolo dell’agricoltura nei sistemi economici di tipo capitalistico, introdussero una nuova unità d’indagine, l’agribusiness, comprendente, oltre al settore agricolo, tutte le attività collegate a monte e a valle del processo produttivo agricolo 1 . Nel decennio successivo anche in Francia si sviluppò un filone di studi sul sistema agroalimentare, con diverse affinità con la dottrina statunitense, ma anche con rilevanti differenze 2 . In Italia, invece, non si è sviluppata una tradizione autonoma sull’argomento: i termini di sistema agroindustriale e sistema agroalimentare si sono diffusi a partire dagli anni sessanta, con riferimento prima alla scuola statunitense, poi, verso la metà degli anni settanta, alla letteratura francese. 1 Nella formulazione originaria l’agribusiness è definito come la somma di tre aggregati: a) operazioni inerenti la fornitura di input all’agricoltura, b) operazioni di produzione delle imprese agricole, c) operazioni di stoccaggio, trasformazione e commercializzazione dei prodotti finali. I tre aggregati sono così denominati da Davis e Goldberg: “the farm supplies aggregate, the farming aggregate, the processing and distribution aggregate. Succintly stated, the food and fiber segment of our economy has evolved from an agricultural to an agribusiness status”. Cfr. Corbella S., L’impresa agricola, Franco Angeli, 2000. 2 “In un lavoro del 1984 Combris e Nefussi individuano i punti di contatto e di divergenza tra i due approcci. I primi derivano dall’accento che entrambi gli approcci pongono sui fenomeni di industrializzazione dell’agricoltura e dei processi di integrazione nelle diverse fasi dello sviluppo capitalistico. Le differenze riguardano da un lato i confini del sistema, poiché gli statunitensi considerano tutte le attività collegate all’agricoltura, mentre i francesi si limitano alle attività di produzione alimentare, e dall’altro il ruolo attribuito allo sviluppo delle industrie agroalimentari, che per i francesi rappresenta una importante causa delle trasformazioni nella sfera agricola, mentre per gli statunitensi non è che uno tra i molti aspetti della dinamica del sistema”. Tratto da Cesaretti G.P., Mariani A.C., Sodano V., Sistema agroalimentare e mercati agricoli, edizioni Il Mulino,1994.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

innovazione
agroalimentare
sostenibile
competitività
settore
settore agroalimentare
dinamiche competitive
gestione strategica
settore agroalimentare pugliese

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi