Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La struttura organizzativa ed operativa della banca virtuale

La banca virtuale
Come si presenta da un punto di vista organizzativo e come opera concretamente la banca che non si avvale dei tradizionali sportelli.

Mostra/Nascondi contenuto.
INTRODUZIONE L’obiettivo principale del presente lavoro è quello di analizzare le modalità operative della banca virtuale, fenomeno su cui negli ultimi anni si sta concentrando un’attenzione sempre crescente, da parte dei mass media specialmente. La tesi è sviluppata in cinque capitoli. In primo luogo, vogliamo spiegare cosa s’intenda per banca virtuale, districandosi tra le innumerevoli definizioni ed interpretazioni cui si può andare incontro nello studio del fenomeno: importante è partire dalla distinzione tra la banca virtuale e quella tradizionale, il classico modello di riferimento che si fonda su sportelli ed agenzie in cui il contatto diretto col pubblico risulta essenziale. Analizzeremo il percorso temporale che dalla banca tradizionale, attraverso l’innovazione tecnologica introdotta dalla banca elettronica, ha portato alla cosiddetta banca virtuale; l’attenzione sarà posta sulle motivazioni e gli eventuali vantaggi che spingono l’evoluzione di questo innovativo modo di fare banca, senza peraltro tralasciarne i risvolti negativi e gli ostacoli che sembrano frenarne lo sviluppo. Nel secondo e terzo capitolo, illustreremo il punto cruciale del nostro lavoro, la struttura operativa ed organizzativa della banca virtuale: verranno descritti l’aspetto e le caratteristiche che differenziano tale innovativo modello rispetto al modello tradizionale, le sue modalità di costituzione e gli elementi portanti, l’alternativo sistema organizzativo, e soprattutto i canali d’interazione con la clientela. E’ quest’ultimo, infatti, l’elemento che caratterizza maggiormente la banca virtuale: si parlerà delle modalità operative del phone banking e dell’Internet banking, cercando di evidenziare, in particolare, gli investimenti di questi due canali distributivi alternativi rispetto al canale tradizionale. Cercheremo di analizzare i vantaggi e gli svantaggi che derivano dalla possibilità di accedere alla banca prescindendo dallo spostamento fisico e dal contatto fisico con l’operatore bancario, sia dal punto di vista della banca, sia da quello del cliente. Seguirà un breve riferimento agli ultimi innovativi canali di distribuzione di

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Elisa Gandino Contatta »

Composta da 156 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4520 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 20 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.