Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

L'internazionalizzazione delle imprese minori attraverso il commercio elettronico. Aspetti teorici ed evidenze empiriche

La tesi analizza una nuova modalità di Internazionalizzazione che le piccole e medie imprese italiane stanno implementando per espandersi oltre i confini nazionali, nel campo del BtC. Il commercio elettronico. Dopo un'attenta analisi del trinomio Internet-e commerce-impresa minore, si effettua una analisi empirica nella nicchia degli oli di oliva tipici, per verificare, attraverso la somministrazione di un questionario via e mail ad un campione di imprese, il livello di internazionalizzazione virtuale da queste raggiunto attraverso il commercio elettronico. Seguono considerazioni finali.

Mostra/Nascondi contenuto.
6 INTRODUZIONE La creazione della moneta unica europea ha creato i presupposti affinché, dalla Sicilia alla Groenlandia, vi siano le stesse opportunità per chi vuole competere nella conquista del consumatore. I trattati del Wto (World trade Organization) hanno aperto la strada alla liberalizzazione dei commerci in quasi tutti i paesi del mondo. L’Italia stessa è diventata, salvo casi particolari, terreno di scontro per gruppi stranieri che operano nei settori più diversi. Competere nel mondo è diventata una via obbligata anche per le PMI, che vivono della produzione e vendita di beni o servizi non tutelati dal “monopolio naturale” del localismo geografico. Globalizzazione significa però conoscere i mercati, le leggi che li regolano, le abitudini imperanti. Entrare in un nuovo mercato è sempre di elevata difficoltà, perché, al di là della caduta delle barriere doganali, restano ancora significative quelle culturali. Sarà pertanto necessario che ogni impresa si doti di un piano di sviluppo specifico per area geografica. Uno sforzo organizzativo non indifferente. Una richiesta di risorse rilevanti, ma sempre più una via obbligata per raggiungere quelle economie di scala che potranno assicurare la sopravvivenza di molte delle minori imprese italiane. L’azienda che deve confrontarsi con un mercato di 300 milioni di consumatori potenziali non ha che una possibilità: focalizzarsi e fare al proprio interno solo l’essenziale. Non si tratta soltanto di concentrarsi sul core business, ma di scavare ulteriormente nel proprio modo di essere per concentrarsi sul “core del core”, e ricorrere a terzi (fornitori, partner e specialisti

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Salvatore Ranieri Migale Contatta »

Composta da 241 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3767 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 21 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.