Skip to content

L'impatto dell'evoluzione dei sistemi informativi sul controllo di gestione

Informazioni tesi

  Autore: Valentina Nasuti
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2013-14
  Università: Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia
  Facoltà: Economia
  Corso: Direzione e Consulenza di Impresa
  Relatore: Mauro Zavani
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 133

In questo momento le aziende sono costrette a confrontarsi in un ambiente cosiddetto “iperturbolento”, dove la delocalizzazione si unisce alla globalizzazione del mercato, la sempre più rilevanza delle capacità è accostata al migliore appagamento dei clienti e all’immensa possibilità di sfruttamento delle informazioni che, come qualsiasi altra risorsa intangibile, rappresentano un mezzo essenziale per il corretto andamento dell’azienda. Giacché è possibile trovare l’elemento informativo in ogni atto compiuto nella sfera aziendale, a un livello sopraelevato rispetto ad altre risorse sfruttate, è chiaramente utile e necessario, preoccuparsi di un suo impiego intelligente. Perciò è indispensabile comprendere il SI aziendale muovendo dalla determinazione del fabbisogno informativo, attuando così la prima fase essenziale per la sua messa a punto, che deve essere interpretata come individuazione e osservazione delle notizie utili per il buon andamento dell’impresa. Difatti, in azienda i dirigenti esigono in misura sempre maggiore rapporti di tipo gestionale, non solo quantitativi; una strategia aziendale, seppur efficace in termini di creazione del valore, ha consistenti problematicità nella sua implementazione e traduzione operativa. La tesi che si vuole supportare è che il controllo di gestione si sta sviluppando, dato che ai procedimenti tipici di previsione economica e finanziaria bisogna accostare moderni schemi di reportistica e osservazione di ogni fattore critico di successo. Il controllo di gestione è essenziale per la messa a punto di una strategia e degli obiettivi operativi. La maggiore necessità ha concorso a far moltiplicare le applicazioni capaci di sorreggere sempre più tempestivamente ed efficacemente la domanda d’informazioni ai fini dirigenziali. Ciò nonostante, non si vuole dire che i sistemi di pianificazione e controllo odierni siano ormai superati, ma soltanto che questi devono affacciarsi alla moderna Information Technology, poiché l’emissione provvidenziale e competitiva d’informazioni rappresenta uno degli elementi più rilevanti per le corrette scelte direzionali. Il controllo di gestione attuale ha bisogno di essere articolato come uno strumento dinamico e flessibile capace di dare risposta alle minacce connesse al cambiamento del mercato e delle sue problematicità. La Business Intelligence diventa così un utile sostegno tecnologico, dal momento che accosta moderni strumenti di analisi, esposizione e simulazione delle informazioni al processo decisionale.
Il fine primo di questa tesi è far risaltare gli influssi dell’Information Technology grazie all’utilizzo del SI nelle molteplici attività aziendali, da quelle propriamente più operative a quelle strategiche. È conveniente mettere in risalto come un sistema integrato è capace di generare informazioni non duplicate, e conseguentemente condivise e fruibili in tempo reale: è una peculiarità di degna di nota nella prospettiva d’impiego delle informazioni per il controllo di gestione. L’assunzione di un sistema ERP o di strumenti di BI non rappresenta in sé un vantaggio competitivo; quest’ultimo verosimilmente resta legato alle “core competence”, colte dallo stesso cliente come origine di vantaggio competitivo.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
Introduzione 1 L’impatto dell’evoluzione dei Sistemi Informativi sul Controllo di Gestione Introduzione In questo momento le aziende sono costrette a confrontarsi in un ambiente cosiddetto “iperturbolento”, dove la delocalizzazione si unisce alla globalizzazione del mercato, la sempre più rilevanza delle capacità è accostata al migliore appagamento dei clienti e all’immensa possibilità di sfruttamento delle informazioni che, come qualsiasi altra risorsa intangibile, rappresentano un mezzo essenziale per il corretto andamento dell’azienda. Giacché è possibile trovare l’elemento informativo in ogni atto compiuto nella sfera aziendale, a un livello sopraelevato rispetto ad altre risorse sfruttate, è chiaramente utile e necessario, preoccuparsi di un suo impiego intelligente. Perciò è indispensabile comprendere il SI aziendale muovendo dalla determinazione del fabbisogno informativo, attuando così la prima fase essenziale per la sua messa a punto, che deve essere interpretata come individuazione e osservazione delle notizie utili per il buon andamento dell’impresa. Difatti, in azienda i dirigenti esigono in misura sempre maggiore rapporti di tipo gestionale, non solo quantitativi; una strategia aziendale, seppur efficace in termini di creazione del valore, ha consistenti problematicità nella sua implementazione e traduzione operativa. La tesi che si vuole supportare è che il controllo di gestione si sta sviluppando, dato che ai procedimenti tipici di previsione economica e finanziaria bisogna accostare moderni schemi di reportistica e osservazione di ogni fattore critico di successo. Il controllo di gestione è essenziale per la messa a punto di una strategia e degli obiettivi operativi. La maggiore necessità ha concorso a far moltiplicare le applicazioni capaci di sorreggere sempre più tempestivamente ed efficacemente la domanda d’informazioni ai fini dirigenziali. Ciò nonostante, non si vuole dire che i sistemi di pianificazione e controllo odierni siano ormai superati, ma soltanto che questi devono affacciarsi alla moderna Information Technology, poiché l’emissione provvidenziale e competitiva d’informazioni rappresenta uno degli elementi più rilevanti per le corrette scelte direzionali. Il controllo di gestione attuale ha bisogno di essere articolato come uno strumento dinamico e flessibile capace di dare risposta alle minacce connesse al cambiamento del mercato e delle sue problematicità. La Business Intelligence diventa così un utile sostegno tecnologico, dal momento che accosta moderni strumenti di analisi, esposizione e simulazione delle informazioni al processo decisionale. Nel primo capitolo sono tracciate in linea di massima la funzione e le proprietà del controllo di gestione, analizzando la sua segmentazione, le sue sfaccettature e i metodi e i centri di responsabilità.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi