Skip to content

Roland Barthes: Miti d'oggi

Informazioni tesi

  Autore: Lorenzo Redaelli
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2007-08
  Università: Università degli Studi di Napoli - Federico II
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: Lettere
  Relatore: Matteo D'Ambrosio
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 57

La prima parte propone un'analisi di alcuni dei testi raccolti nell'opera, con particolare riguardo alle dinamiche sociologiche e all'allargamento dei confine del letterario. Si è poi analizzata la genesi dell'opera, cercando di individuare le fonti, porgendo maggiore attenzione all'influenza del teatro di Brecht sull'autore. Si è dunque collocata l'opera all'interno di un quadro più generale di ricerca semiologica. Nell'ultima parte si è analizzata la fortuna dell'opera nel corso degli anni.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
INTRODUZIONE Guardando alla parabola di Roland Barthes è possibile immediatamente notare come per un autore, tanto amato ed osannato in vita, sia seguito un periodo di relativo oblio dopo la morte, almeno per quanto riguarda i circuiti della grande stampa, per poi ritornare in auge tra fine anni Novanta ed inizio del nuovo millennio. Al giorno d’oggi le pubblicazioni di testi di Barthes sono molto cospicue, così come lo sono le monografie a lui dedicate ed i convegni, anche in territorio italiano. Questa ripresa, però, non è semplicemente il continuo della critica barthesiana degl’anni Settanta, ma cerca invece di sondare quei nuovi percorsi aperti dall’autore francese sul finire proprio di quegli anni e che oggi si dimostrano di straordinaria freschezza ed attualità. Così opere come I frammenti di un discorso amoroso, Il piacere del testo o la postuma L’ovvio e l’ottuso sono rilette per le ipotesi sulla complessità dei testi che Barthes avanza in modo esplicito a partire da S/Z. A ben guardare, però, è la stessa complessità che il quarantenne autore delle “piccole mitologie del mese” rintraccia nei testi che potremmo definire quotidiani, come un articolo di giornale, un manifesto pubblicitario, un evento sportivo o un film. La deriva dei codici, il loro migrare verso altri codici è già presente nel testo del ’57, magari come una sensazione, un senso di disgusto verso l’apparente naturalità degl’eventi, in realtà storici, artificiali, creati. Miti d’oggi, d’altronde, s’inserisce nella scia di un progetto specificamente politico di Roland Barthes, progetto che prende il via da un’opera di poco precedente, Il grado zero della scrittura, in cui s’ipotizza la creazione di una società senza classi sulla base di un linguaggio che esprime nient’altro che ciò che vuole dire, liberato dalle connotazioni ideologiche, dai rimandi ai sensi supplementari. Ed è proprio di questi sensi secondi che Barthes c’informa nell’opera che abbiamo preso in esame, in un saggio finale che costruisce una teoria semiologica precisa, a partire da una quotidiana pratica demistificante. Il percorso compiuto in questo lavoro di tesi compie un salto a ritroso nel testo barthesiano, per approdare ai lidi del primo sviluppo di una teoria semiologica, orfana ancora nel ’57 dell’apporto fondamentale derivato 4

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

comunicazione
mass-media
marxismo
semiologia
brecht
barthes
segno linguistico
straniamento
miti d'oggi
il mito oggi

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi