Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Letteratura ai margini. Un sistema in squilibrio

La tesi rappresenta un'analisi del ruolo e dello "stato di salute" della letteratura e, più in generale, della cultura nell'età contemporanea. La marginalizzazione della letteratura viene qui indagata in tutti i suoi aspetti più significativi

Mostra/Nascondi contenuto.
2 1. LETTERATURA ED EMERGENZA “Mi sono imbarcato in un romanzo che verte su questo: se la razza umana può avere un lieto fine” 1 – dichiarava lo scrittore americano Richard Powers nel 2007 rispondendo ad una domanda sul suo prossimo libro. Gli scienziati denunciano il rischio concreto che di qui a un secolo il pianeta possa diventare inospitale per l’Uomo a causa di sovrappopolazione, epidemie, insufficienza di risorse, guerre. Il senso di emergenza della nostra epoca ci pone tutti davanti alla necessità di invertire la rotta, pena l’impossibilità di un futuro per i nostri nipoti e quindi di un avvenire per il genere umano. Dappertutto si levano voci di denuncia e provvedimenti finalizzati al contenimento dei danni provocati all’Uomo dall’Uomo stesso. Quel che si cerca di fare è modificare, nonostante le forti resistenze, quelle abitudini che danneggiano la vita umana sul nostro pianeta. La scienza e la politica sono chiamate, a livello globale, a realizzare azioni concrete destinate ad un’inversione di tendenza in una situazione che sembra essere sfuggita di mano. Nuove politiche ambientali volte alla riduzione dell’inquinamento, la ricerca e lo sviluppo di metodologie per lo sfruttamento di risorse energetiche rinnovabili, modi di produzione a basso impatto ambientale. Si guarda persino all’ipotesi, sempre meno inverosimile, di colonizzare altri pianeti: la situazione è molto seria e le priorità a cui far fronte meritano tutta la nostra attenzione. L’uomo contemporaneo si trova in una condizione assolutamente inedita, una prospettiva inimmaginabile – se non su romanzi o pellicole di 1 The Brain is the Ultimate Storytelling Machine, and Consciousness is the Ultimate Story, in “The Believer”, febbraio 2007, citato in Carla Benedetti, Disumane lettere. Indagini sulla cultura della nostra epoca. Roma-Bari, Laterza, 2011, p. 5.

Laurea liv.I

Facoltà: Lingue e Letterature Straniere

Autore: Carla Rubino Contatta »

Composta da 52 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 738 click dal 09/10/2014.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.