Skip to content

La figura dell'autore nella nuova serialità televisiva - Il caso JJ Abrams

Informazioni tesi

  Autore: Marcello Aguidara
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2007-08
  Università: Università degli Studi di Bologna
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: Scienze dello spettacolo e della produzione multimediale
  Relatore: Leonardo Quaresima
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 82

Analisi della figura dell'autore nella nuova serialità televisiva, con uno studio su J.J. Abrams.

Contrariamente al cinema, l'autore nella serialità americana è il creatore della serie, ossia il produttore esecutivo che scrive la storia, sceglie i propri input artistici e tecnici e dà, attraverso le sue scelte, un'impronta stilistica ben definita. Se molte scelte di stile possono ritenersi mere funzioni di differenziazione formale dagli altri prodotti (lo split screen e il piano sequenza di 24, la fotografia virata di CSI, la macchina a mano di The Shield) altre, nondimeno, possono essere inserite in un quadro molto più ristretto, quello che è direttamente riconducibile alla poetica di un autore e al suo stile di metteur en scene.

JJ Abrams diventa quindi il caso più emblematico, anche se non l'unico, di personalità rappresentativa di questo nuovo approccio alla produzione delle serie televisive. Considerando i suoi prodotti più famosi, nonostante la diversità di generi e la natura del network (prima lavorava per la ABC, ora per la FOX), è possibile individuare un touch personale sia a livello visivo, sia a livello tecnico (dove ha dato vita ad una vera e propria factory), sia a livello tematico e narrativo, in conclusione uno stile che ha riprodotto, a riprova della sua consistenza, anche nelle produzioni cinematografiche in cui ha partecipato sia da regista che da produttore esecutivo.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
4 Introduzione La ricerca dei crismi, delle caratteristiche, nonché della fisionomia della figura dell'autore ha tracciato un proprio solco all'interno della storia delle teorie del cinema. Tale figura ha subìto una vasta gamma di specificazioni e di definizioni nel corso del tempo, in coincidenza con l'alterazione del concetto e del peso che il cinema e l'audiovisivo assumevano di volta in volta all'interno della storia culturale. Data la natura materiale del prodotto cinematografico, non è difficile riscontrare istanze di discussione sulla natura dell'autore già nel XIX secolo con la nascita della fotografia, che poneva una forte presa di posizione nei confronti di una nuova tecnica che sembrava gareggiare con la pittura, senza però averne l'approccio fisico e diretto di una figura che ne licenziasse la paternità. Il gesto diretto della mano che crea l'oggetto artistico, perfetta raffigurazione della creazione artistica e nel contempo del ruolo dell'artista, era un concetto messo in discussione da un mezzo tecnico come la macchina fotografica. Baudelaire lamentava la mancanza della manualità della Teknè 1 . “In questi tristi giorni si è fatta avanti una nuova industria che ha contribuito non poco a rafforzare nella sua fede la piatta stupidità…secondo cui l’arte non è né può essere che una precisa restituzione della natura…Un Dio vendicativo ha esaudito la voce di questa massa. Daguerre è diventato il suo messia.” 2 “Se alla fotografia si permetterà di integrare l’arte in alcune delle sue funzioni, quest’ultima verrà ben presto soppiantata e 1 Per un’analisi della questione dell’autorialità nella fotografia nell’Ottocento, cfr. Claudio Marra, Fotografia e pittura nel Novecento. Una storia senza combattimento, Bruno Mondadori, Milano 1999 2 Charles Baudelaire, Salon de 1859, Œuvres complètes, Paris, Gallimard, 1976

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

serialità
autore
autorialità
serie tv
processi intermediali
politica degli autori
jj abrams

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi