Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Le Mura di Lucca: dall’arrivo dei Romani ai giorni nostri. La Storia della cinta urbana e principali attrattive turistiche del centro storico.

Questo testo ha lo scopo principale di narrare le vicende che hanno portato le Mura urbane di Lucca ad avere il loro aspetto attuale, la loro storia evolutasi con la città e le attrattive turistiche a partire dalle più antiche alle più recenti.
Nel primo capitolo vi troverete le vicende che portarono i Romani a stanziarsi nell’antica Lucca, come fronteggiarono le popolazioni rivali che trovarono in loco, di come fu edificata la prima cinta urbana e la storia lucchese dei primi secoli dalla fondazione cittadina.
Nel secondo capitolo si parlerà di come nel Medioevo la città si trovò di fronte alla scelta di dover ampliare la struttura della cerchia urbana, delle guerre di potere con le città vicine, dei rapporti con le alte sfere politiche del tempo e di come Lucca divenne una città comunale così potente da riuscire a battere una propria moneta.
Arrivando a leggere il terzo capitolo potrete riscontrare l’evoluzione delle mura in tre diversi periodi quali il Rinascimento, il Risorgimento e il ‘900 da suddividersi in due sottofasi quali il periodo del regime fascista e la fase odierna.
Si narreranno le vicende cittadine nel periodo precedente la presa degli austriaci, della conquista da parte di quest’ultimi per poi passare alle vicende legate a Napoleone Bonaparte.
Quindi arriveremo al momento in cui il Comune di Lucca dovrà ricomprare i beni cittadini nel periodo successivo alla fondazione del Regno d’Italia e l’evoluzione urbanistica nel ventennio fascista fino al periodo odierno.
Nel quarto capitolo, terminata la parte storica, ci soffermeremo sulle attrattive turistiche cittadine partendo dalle più antiche come il percorso che i pellegrini percorrevano seguendo la Via Francigena e la lunga rete commerciale della Via della Seta percorsa da tutti coloro che erano interessati nella compravendita del suddetto tessuto, queste due tuttavia sono forme turistiche in senso lato.
Passaremo quindi ad attrattive turistiche moderne vere e proprie quali il Lucca Comics And Games, il Lucca Summer Festival, VerdeMura, il Cineturismo ed altre ancora.
Infine nel capitolo dedicato alle conclusioni riferiremo di come la città di Lucca ha festeggiato e ancora festeggerà i 500 anni della terza cerchia delle Mura.

Mostra/Nascondi contenuto.
2 INTRODUZIONE Questo testo ha lo scopo principale di narrare le vicende che hanno portato le Mura urbane di Lucca ad avere il loro aspetto attuale, la loro storia evolutasi con la città e le attrattive turistiche a partire dalle più antiche alle più recenti. Nel primo capitolo vi troverete le vicende che portarono i Romani a stanziarsi nell’antica Lucca, come fronteggiarono le popolazioni rivali che trovarono in loco, di come fu edificata la prima cinta urbana e la storia lucchese dei primi secoli dalla fondazione cittadina. Nel secondo capitolo si parlerà di come nel Medioevo la città si trovò di fronte alla scelta di dover ampliare la struttura della cerchia urbana, delle guerre di potere con le città vicine, dei rapporti con le alte sfere politiche del tempo e di come Lucca divenne una città comunale così potente da riuscire a battere una propria moneta. Arrivando a leggere il terzo capitolo potrete riscontrare l’evoluzione delle mura in tre diversi periodi quali il Rinascimento, il Risorgimento e il ‘900 da suddividersi in due sottofasi quali il periodo del regime fascista e la fase odierna. Si narreranno le vicende cittadine nel periodo precedente la presa degli austriaci, della conquista da parte di quest’ultimi per poi passare alle vicende legate a Napoleone Bonaparte. Quindi arriveremo al momento in cui il Comune di Lucca dovrà ricomprare i beni cittadini nel periodo successivo alla fondazione del Regno d’Italia e l’evoluzione urbanistica nel ventennio fascista fino al periodo odierno. Nel quarto capitolo, terminata la parte storica, ci soffermeremo sulle attrattive turistiche cittadine partendo dalle più antiche come il percorso che i pellegrini percorrevano seguendo la Via Francigena e la lunga rete commerciale della Via della Seta percorsa da tutti coloro che erano interessati nella compravendita del suddetto tessuto, queste due tuttavia sono forme turistiche in senso lato.

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze del Turismo

Autore: Simone Barsali Contatta »

Composta da 79 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 373 click dal 24/10/2014.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.