Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Applicazione della metodologia Life Cycle Assessment alla produzione della birra

Il lavoro di tesi si basa su una valutazione della performance ambientale di un prodotto beverage quale la birra attraverso la considerazione dei consumi di risorse e delle emissioni associate al processo produttivo. Il tutto attraverso l'applicazione della metodologia di Life Cycle Assessment, in un ottica quindi from "cradle to grave" ovvero dalla culla alla tomba, a partire dall'estrazione delle materie prime fino alla gestione del fine vita quindi riuso/riciclo e smaltimento in discarica dei materiali utilizzati. L'obiettivo che mi sono posto è stata dunque, una volta noti i principali impatti ambientali associati col ciclo di vita della birra, l'individuazione di soluzioni produttive e distributive più efficienti ed eco-sostenibili.

Mostra/Nascondi contenuto.
38 Capitolo 2 La performance ambientale del mercato della birra Prima di passare in rassegna vari tipi di LCA condotti con riferimento al processo di produzione della birra, che andranno a considerarne l’impatto ambientale in forma più o meno specifica, opportuno risulta un riferimento alla performance ambientale e alle sfide ambientali del prodotto di nostro interesse. Ci soffermeremo su aspetti quali energia ed efficienza energetica, emissioni inquinanti, consumi idrici ed acque reflue, prodotti secondari di processo e packaging. Concluderemo con uno studio condotto per conto di “The Brewers of Europe” circa l’impatto ambientale dell’industria birraia in Europa nel periodo 2008-2010. 2.1 Birra e prospettive di mercato La birra risulta essere una delle più diffuse ed antiche bevande alcoliche del mondo, probabilmente databile al settimo millennio a.C., registrata nella storia scritta dell'antico Egitto e della Mesopotamia. Attualmente i dati riportati dall’ultimo Barth Report 24 , relativi al 2013, segnalano un incremento intorno allo 0,6% della produzione mondiale di birra che si è portata a 1.973 milioni di ettolitri, contro i 1.962 milioni del 2012. I consumi medi pro-capite si mantengono intorno ai 28 litri/anno. La crescita del mercato mondiale per il 2013 riflette in larga misura una crescita decisiva tra i consumatori dei mercati emergenti, mentre i valori si mantengono sostanzialmente stabili per i mercati maturi (Europa, Nord America e Oceania). Per il 2013 non sono ancora disponibili dati definitivi, ma sulla base dei dati di chiusura dei principali gruppi birrai mondiali, si intravedono segnali di una ulteriore crescita dei volumi di produzione e dei consumi. La soglia dei 2 miliardi di ettolitri di produzione a livello mondiale è ormai a portata di mano. In Asia la produzione e il consumo di birra è cresciuto in maniera più accelerata rispetto agli altri continenti ed ora l’Asia sta sempre più consolidando la leadership mondiale con oltre 711 milioni di hl prodotti (oltre il 35% del totale mondiale), anche se il pro-capite resta ancora compresso a livello di 17 litri/anno (tabella 2.1). L’Europa (nel suo complesso) ha ormai perso il primato storico nella produzione e consumo di birra. In termini produttivi il vecchio continente si è ora portato a 533 milioni di ettolitri, con un calo di circa il 3% rispetto all’anno precedente. Anche i paesi dell’Est Europa, che fino a qualche anno fa’ fungevano da traino per la crescita dei consumi 24 Barth-Haas Group è il maggiore fornitore mondiale di prodotti a base di luppolo e servizi. Il gruppo è a proprietà familiare ed opera in tutti i continenti. Ha uffici e svolge attività in Germania, USA, UK, Australia e Cina.

Tesi di Laurea Magistrale

Facoltà: Economia

Autore: Luca Semeraro Contatta »

Composta da 222 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 783 click dal 12/11/2014.

 

Consultata integralmente 3 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.