Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Cambio di gioco. Un nuovo modo di raccontare il calcio

La tesi si basa su uno studio approfondito riguardante gli elementi che hanno caratterizzato la metamorfosi del linguaggio calcistico e particolarmente del racconto del calcio. Il calcio modifica il suo racconto attraverso l'utilizzo di alcuni elementi che è possibile ritrovare nella tesi. Elementi molto interessanti che ho individuato attraverso ricerche e confronti di alcune telecronache che vanno dalla fine del 1970 fino ai giorni nostri. La tesi comprende un excursus riguardanti tutti i modi di raccontare lo sport in generale con un interesse particolare al calcio. Quindi la radio e le radiocronache saranno gli argomenti dei primi paragrafi. Vi è un'analisi tecnica di 4 telecronache di emittenti televisive differenti in modo da poter capire cosa cambio a livello di racconto calcistico. Lavoro molto apprezzato dalla commissione e molto originale da un punto di vista analitico.

Mostra/Nascondi contenuto.
3 Introduzione Lo sport coinvolge da molti anni milioni di appassionati e sportivi. Il calcio detiene il primato della disciplina più seguita e amata dai tifosi di tutto il mondo grazie all’enorme capacità emotiva che suscita. Nel corso degli anni il modo di raccontare lo sport ha subito enormi cambiamenti. Scopo di questa tesi è quello di verificare se e come le innovazioni tecnologiche e le conseguenti introduzioni del digitale satellitare e della pay tv, hanno mutato il tradizionale e ormai nostalgico racconto giornalistico sportivo. Il calcio oggi, sembra non avere più punti in comune con uno sport che, in epoche passate, era un avvenimento straordinario per gli appassionati che attendevano con ansia il programma delle ore 18.00 per conoscere i risultati delle partite e vedere le azioni salienti. Diversamente oggi si può usufruire 12 mesi l’anno della visione di ogni singolo match, in quanto le partite sono distribuite 7 giorni su 7 in modo da poter occupare interamente il palinsesto dei canali tematici sportivi come ad esempio Sky Sport, Mediaset Premium o Rai Sport. Per cogliere questa metamorfosi ho dato uno sguardo al passato e ho individuato i momenti chiave che hanno caratterizzato e modificato il racconto di un evento sportivo. Un posto particolare occupa la più popolare trasmissione radiofonica dedicata al calcio, ovvero “Tutto il calcio minuto per minuto”. La radio inizialmente è stata il mezzo più efficace per seguire le notizie nella loro evoluzione, con continui aggiornamenti. La nuova formula di informazione sportiva in questo caso riscosse un successo immediato e inalterato nel tempo tanto da diventare un appuntamento fisso delle domeniche italiane. Essa si radica nella società italiana, diventandone una costola, scandendo puntualmente, domenica dopo domenica, il ritmo degli italiani. Diviene un appuntamento fisso molto atteso al quale non poter mancare. Candido Cannavò, ex direttore de “La Gazzetta dello Sport” considerava il programma radiofonico “Tutto il calcio minuto per minuto”: «la colonna sonora delle domeniche italiane» 1 . Uno dei temi principali della tesi è il confronto e l’evoluzione dei programmi che hanno fatto la storia del giornalismo sportivo televisivo e come questi ultimi siano cambiati in maniera rilevante sia a livello linguistico che tecnico. La televisione si impone nettamente sulla radio e produce nel corso degli anni modelli diversi trasmettendo nuove abitudini al tifoso. 1 M. Caputi, Clamoroso al Cibali, la radio narra il calcio, in http :// www.televideo.rai.it /televideo /pub /articolo .jsp?id=7808

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze della Formazione

Autore: Nunzio Alessandro Bellomonte Contatta »

Composta da 57 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 966 click dal 06/11/2014.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.