Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La Teologia della Liberazione in America Latina: dalla parola di Dio alla rivoluzione dei cristiani.

Questa tesi si propone di analizzare le scelte compiute dalla Chiesa Cattolica durante la II Assemblea Generale CELAM a Medellín e spiegare come tali scelte contribuirono alla nascita della Teologia della Liberazione. Inoltre si tenta di comprendere quali possono essere gli effetti che tali scelte ebbero sia all’interno della Chiesa sia nelle sue relazioni con lo Stato. A questo riguardo è necessario esaminare più da vicino a tre paesi: Brasile, Argentina e Nicaragua.
Il primo capitolo cercherà di osservare il percorso che condusse la chiesa latinoamericana a compiere tre scelte fondamentali a Medellín: la liberazione integrale dell’uomo, l’opzione preferenziale per i poveri e il sostegno delle comunità di base.
Nel secondo capitolo si evidenzieranno i punti salienti della Teologia della Liberazione nell’opera scritta da Gustavo Gutiérrez; si cercherà di capire come tale teologia abbia significato un’apertura al marxismo da parte di alcuni settori progressisti della chiesa. Si cercherà altresì di mostrare quali fossero le affinità tra cristiani e marxisti alla luce del I Convengo latinoamericano dei Cristiani per il socialismo.
Il terzo capitolo si soffermerà sulla nascita, la crescita e l’influenza delle comunità di base in Brasile, spiegando quale fu il processo che favorì il loro sviluppo, approfondendo il ruolo avuto dalla Conferenza Episcopale Brasiliana in tale processo di rinnovamento delle strutture della chiesa.
Il quarto capitolo si occuperà più da vicino degli orientamenti della gerarchia ecclesiastica Argentina, in seguito esaminerà gli effetti di Medellín all’interno del mondo cattolico, e si occuperà di individuare le cause che portarono alla nascita del Movimento dei Sacerdoti per il Terzo Mondo.
Infine, il quinto capitolo si concentrerà sul ruolo della Chiesa in Nicaragua durante il regime dei Somoza, sul dialogo tra comunità di base e Fronte Rivoluzionario e sulle conseguenze che ebbe la vittoriosa rivoluzione sandinista all’interno dell’istituzione cattolica.

Mostra/Nascondi contenuto.
5       5       Introduzione.   Nella prima metà del XX secolo il continente latinoamericano fu attraversato da una serie di cambiamenti economici, politici e sociali. Da un punto di vista economico questo fu il periodo in cui le economie nazionali iniziano ad integrarsi nel sistema globale centrato su Europa e Stati Uniti. L’espansione economica che ne conseguì diede il via ad un processo di modernizzazione che dal campo economico innescò cambiamenti sociali che a loro volta inevitabilmente influenzarono il contesto politico. La trasformazione guidata dalla modernizzazione si manifestò attraverso l’urbanizzazione delle città, nelle quali si riversarono le popolazioni rurali in cerca di migliori livelli di vita; un ceto medio urbano già formato ed un proletariato urbano emergente, legati soprattutto all’industria agro- esportatrice; settori della società tuttavia senza una corrispondente rappresentanza politica. Questi cambiamenti agirono in misura diversa sia sull’ordine politico sia su quello religioso. L’avanzare della fede nella scienza e nella tecnica a discapito della religione, in un continente a maggioranza cattolico, significò una perdita di attrazione da parte della Chiesa, la quale avrebbe dovuto adeguarsi ai cambiamenti. Inoltre la portentosa globalizzazione che investì l’area tra la metà dell’ottocento e la prima guerra mondiale e ne stravolse il profilo demografico, sociale, economico culturale, creò le condizioni in cui emerse il populismo 1 . In tale contesto va inquadrata l’edificazione dello Estato Novo di Getulio Vargas in Brasile nel 1937, così come pure la vittoria delle elezioni                                                                                                                           1 Zanatta, L. (nd). Il populismo in America Latina, il volto moderno di un immaginario antico, in:

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Valerio Di Fonzo Contatta »

Composta da 91 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 457 click dal 30/10/2014.

 

Consultata integralmente 3 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.