Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La rinnovazione dell'istruttoria dibattimentale nel giudizio di appello

Nel sistema delle impugnazioni penali delineato dal vigente codice di rito il giudizio di appello assume la fisionomia di una fase del procedimento penale generalmente deputata, nei limiti del principio devolutivo sancito dall'art. 597 c.p.p., al controllo in chiave critica e in maniera meramente cartolare dell’operato del giudice di primo grado. Di conseguenza, soltanto nei residuali casi in cui il giudice di secondo grado non ritenga di poter pervenire ad una decisione ex actis, vale a dire sulla base dei soli protocolli di causa formati e trasmessi dal primo giudice, è consentita nel giudizio di appello la rinnovazione dell’istruttoria dibattimentale, ovverosia lo svolgimento di attività istruttorie finalizzate all’integrazione del materiale probatorio già acquisito al processo. Nonostante il suo carattere eccezionale, la rinnovazione dell’istruttoria dibattimentale nel giudizio di appello costituisce un istituto di particolare importanza, in quanto strettamente correlato ad aspetti fondamentali del nostro sistema processuale penale, quali il riconoscimento del diritto alla prova nel giudizio di secondo grado e la funzione dell’appello quale strumento per la correzione degli errori eventualmente commessi dal primo giudice; allo stesso tempo, si presenta come un istituto estremamente complesso, sia perché comprensivo di fattispecie di integrazione probatoria particolarmente eterogenee tra loro, sia per la lacunosità e l’astrattezza che caratterizzano le disposizioni che il codice ha dedicato ad esso.

Con il presente lavoro, pertanto, si vuole fornire un approfondimento di questo istituto, anche al fine di mettere in risalto, grazie all'ausilio delle numerose opere dottrinali e delle tantissime pronunce giurisprudenziali ad esso relative, i tanti profili di criticità della sua disciplina in una prospettiva di riforma della stessa.

Mostra/Nascondi contenuto.
1 Introduzione Nel sistema delle impugnazioni penali delineato dal vigente codice di rito il giudizio di appello assume la fisionomia di una fase del procedimento penale generalmente deputata, nei limiti del principio devolutivo sancito dall‟art. 597 c.p.p., al controllo in chiave critica e in maniera meramente cartolare dell‟operato del giudice di primo grado. Di conseguenza, soltanto nei residuali casi in cui il giudice di secondo grado non ritenga di poter pervenire ad una decisione ex actis, vale a dire sulla base dei soli protocolli di causa formati e trasmessi dal primo giudice, è consentita nel giudizio di appello la rinnovazione dell‟istruttoria dibattimentale, ovverosia lo svolgimento di attività istruttorie finalizzate all‟integrazione del materiale probatorio già acquisito al processo. Nonostante il suo carattere eccezionale, la rinnovazione dell‟istruttoria dibattimentale nel giudizio di appello costituisce un istituto di particolare importanza, in quanto strettamente correlato ad aspetti fondamentali del nostro sistema processuale penale, quali il riconoscimento del diritto alla prova nel giudizio di secondo grado e la funzione dell‟appello quale strumento per la correzione degli errori eventualmente commessi dal primo giudice; allo stesso tempo, si presenta come un istituto estremamente complesso, sia perché comprensivo di fattispecie di integrazione probatoria particolarmente eterogenee tra loro, sia per la lacunosità e l‟astrattezza che caratterizzano le disposizioni che il codice ha dedicato ad esso.

Tesi di Laurea Magistrale

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Federico Bettelli Contatta »

Composta da 137 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3589 click dal 06/11/2014.

 

Consultata integralmente 7 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.

 

 

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:
×