Skip to content

L’accesso al sapere come fonte di emancipazione della donna in Marocco secondo Fatema Mernissi

Informazioni tesi

  Autore: Serena Chirra
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2012-13
  Università: Università degli Studi di Roma Tor Vergata
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: Scienze dell'educazione e della formazione in una società multiculturale
  Relatore: Carla Roverselli
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 74

Fatema Mernissi è una scrittrice sociologa marocchina, esperta della condizione delle donne nel medio-oriente. Nasce a Fez nel 1940, in una famiglia abbiente all’interno di un harem domestico nel quale già aleggiava il desiderio di riscatto e libertà da parte di alcune donne tra cui la madre della sociologa. E’ anche grazie all’influenza e gli insegnamenti di quest’ultima che Fatema Mernissi è oggi una delle più rappresentative femministe islamiche. Il femminismo islamico è un movimento di genere eterogeneo, sorto all’inizio degli anni ‘90 che comprende le posizioni di tutte quelle pensatrici che rivendicano i diritti delle donne all’interno della cornice religiosa e sostengono che l’instaurarsi delle società patriarcali sia dovuto dall’interpretazioni misogine del Corano a loro volta scaturite dall’esclusione delle donne dal processo esegetico, dallo spazio decisionale e dalla formazione della giurisprudenza islamica.
Nelle sue opere Fatema Mernissi analizza il miglioramento della posizione delle donne all’interno della società marocchina avvenuto nel corso delle generazioni. Mentre durante la sua infanzia ha imparato che educazione significa rispettare gli Hudud , ovvero i confini invalicabili che rinchiudevano le donne all’interno delle mura domestiche, oggi le donne stanno invadendo lo spazio pubblico che nella cultura islamica è associato agli uomini
Questi progressi secondo Fatema Mernissi sono frutto dell’accesso delle donne alla conoscenza, che considera l’arma più potente nelle mani delle stesse per sottrarsi dalla posizione di “subordinazione”. A tal proposito pone come esempio la storia di Shahrazad, eroina della raccolta di novelle orientali” le mille e una notte” Shahrazad è moglie del sultano Shahryar che furioso nei confronti delle donne, ne sposa una al giorno per poi farla giustiziare l’alba del giorno dopo. Ella sfrutta la sua conoscenza per intrattenerlo tutta la notte.. per mille e una notte, con dei racconti finche lo stesso non rinuncia definitivamente al suo diabolico piano.
Come la conoscenza ha aiutato Shahrazad a riscattarsi dalla sua posizione di vittima così anche la scolarizzazione femminile e l’accesso all’’informazione libera garantita dai mass media hanno permesso alle donne marocchine di avanzare lungo il cammino dell’emancipazione.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
3 INTRODUZIONE Il mio percorso di studi e l’attenzione che si rivolge ormai da anni alla condizione della donna nei Paesi a maggioranza islamica mi hanno portato a voler analizzare più da vicino questo argomento. L’immagine, che viene veicolata dai mass media occidentali, della donna islamica è quella di vittima passiva e inerme di reiterate violenze legittimate dalla religione e dalla legge. Vittima che noi occidentali immaginiamo impotente e indifesa, sempre velata anche contro la sua volontà. La maggior parte dei dibattiti sulla condizione femminile nell’islam non prende in considerazione il contesto socio-politico ed economico dei Paesi a maggioranza islamica. Infatti, le dinamiche di potere che incidono sulla possibilità di accesso alle risorse materiali, simboliche e culturali rimangono argomenti marginali. 1 Questo ha portato, in occidente alla scarsa conoscenza dei movimenti femministi che hanno attraversato il mondo islamico. In realtà molte sono le donne che hanno combattuto e stanno ancora combattendo per ottenere i loro diritti. Il movimento delle donne nel mondo arabo emerge alla fine dell’800, quando alcune donne sia musulmane sia cristiane cominciano a battersi per l’emancipazione femminile, superando le barriere confessionali. 2 1 Ruba Salih, Musulmane rivelate. Donne, islam, modernità, Roma, 2005, Carocci editore, p. 12. 2 Renata Pepicelli, Femminismo islamico. Corano, diritti, riforme, Roma, Carocci editore, 2002 , p. 34.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

fatema mernissi
femminismo islamicoi

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi