Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Nietzsche e Dostoevskij

La mia tesi tratta del rapporto storico e filosofico tra il filosofo Nietzsche e l'inventore del romanzo metafisico, Dostoevkij. Un rapporto a distanza, ma un rapporto fecondo, che parte da basi comuni e si proietta nel futuro, nell'esistenzialismo. Dio, il superuomo, la libertà e il destino in un dialogo a distanza tra due grandissimi del diciannovesimo secolo.

Mostra/Nascondi contenuto.
1 Introduzione Il rapporto tra Friedrich Nietzsche e Fëdor Dostoevskij è stato analizzato e studiato a fondo da diversi autori nel corso degli anni 1 . L’obiettivo di questo elaborato è quello di indagare un quadro generale del confronto e delle affinità di pensiero fra Nietzsche e Dostoevskij; in particolare, ci si concentra sulle testimonianze e i frammenti che il filosofo tedesco ha lasciato della sua lettura di Dostoevskij. Per questo vengono privilegiati, nella critica dedicata al rapporto fra scrittore e filosofo, quegli autori che si sono soffermati maggiormente sulla lettura nietzscheana e l’interpretazione che di questa lettura possiamo dare. Questa scelta è motivata sia dalla volontà di partire da basi sicure nell’indagine di questo rapporto, sia dall’interesse che i commenti e l’interpretazione di Nietzsche suscitano di per sé. In una prima parte, si descrive il primo incontro di Nietzsche con i romanzi di Dostoevskij e si analizzano i motivi per cui il filosofo tedesco viene tanto colpito da questa “scoperta”; in particolare, si spiegano le ragioni del suo entusiasmo per il racconto L’Esprit Souterrain. Infine, si elencano i romanzi e i racconti di Dostoevskij che Nietzsche ha potuto sicuramente conoscere, e quelli che difficilmente potrebbe aver letto o su cui la critica è tuttora incerta, primo fra tutti L’Idiota. In una seconda e in una terza sezione si analizzano gli elementi dell’opera dostoevskiana che hanno maggiormente colpito il filosofo, discutendo in che misura possiamo attribuire l’entusiasmo di Nietzsche per i romanzi di Dostoevskij alle analogie fra le teorie del filosofo e le idee di alcuni personaggi dello scrittore. In particolare, si procede riprendendo alcuni dei commenti diretti di Nietzsche alle opere di Dostoevskij. In primo luogo, attraverso un’analisi del Nietzsche lettore de I Demoni, e del suo commento alla filosofia di tre personaggi del romanzo; Stavrogin, Kirillov e Šatov. 1 Tra gli altri hanno indagato questo rapporto L. Šestov in La Filosofia della Tragedia; D. Merežkovskij in Tolstoj e Dostoevskij. Vita, creazione, religione; T. Mann nel saggio Dostoevskij-con misura; C. Andler, nell’articolo Nietzsche et Dostoïevsky ; H. De Lubac in Il Dramma dell’umanesimo ateo; V. Strada in Le veglie della Ragione; R. Przybylski, nel saggio La morte dell’Anticristo; C. A. Miller in due articoli, Nietzsche’s Discovery of Dostoevskij e The Nihilists as tempter-redeemer: Dostoevskij’s man-god in Nietzsche’s notebook; G. Pacini, in Nietzsche lettore dei grandi russi; V. Vitiello, Cristianesimo e nichilismo; N. Grillaert, What the god-seekers found in Nietzsche. Per questo elaborato sono stati privilegiati gli autori che maggiormente si sono concentrati sulla lettura che Nietzsche dà dello scrittore russo.

Laurea liv.I

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Margherita Bordignon Contatta »

Composta da 72 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4159 click dal 14/11/2014.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.