Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Alla scoperta dei sistemi di numerazione

La presente trattazione consiste di una prima parte in cui sono illustrati i contenuti riguardanti le caratteristiche di diversi sistemi di numerazione e di una seconda parte riguardante una possibile applicazione didattica da svolgere nella scuola secondaria di primo grado.
L'obiettivo didattico principale dell'insegnante è far comprendere agli studenti i vantaggi del calcolo posizionale. Altri obiettivi didattici sono far comprendere che la stessa quantità può essere espressa in modi diversi, svincolare dal meccanicismo legato alle operazioni e comprenderne il reale significato, capire che le cifre che compongono un numero sono i resti di divisioni successive.
Tale attività didattica si propone inoltre di favorire la consapevolezza da parte degli alunni che il pensiero matematico è un processo in continua evoluzione, cui tutti possono contribuire e non un dato di fatto immutabile nel tempo, contrasta quindi con la nozione comune che la matematica sia una disciplina molto statica e quindi poco interessante.
Prevede un approccio di tipo laboratoriale e multimediale (possibilità di creare fogli di calcolo che permettono ad esempio di trasformare un numero arabo in uno romano, utile per gli studenti con bisogni educativi speciali).
È un argomento pluridisciplinare con possibilità di approccio storico molto elevato (dagli antichi sistemi di numerazione al sistema binario utilizzato nell'informatica).
Permette di sviluppare i traguardi di competenza esplicitati nelle recenti Indicazioni Nazionali:
"L'alunno utilizza e interpreta il linguaggio matematico e ne coglie il rapporto con il linguaggio naturale".
"L'alunno confronta procedimenti diversi e produce formalizzazioni che gli consentono di generalizzare i processi appresi".
"L'alunno riconosce e risolve problemi in contesti diversi valutando le informazioni e la loro coerenza".

Mostra/Nascondi contenuto.
2 1. INTRODUZIONE La presente trattazione consiste di una prima parte in cui sono illustrati i contenuti riguardanti le caratteristiche di diversi sistemi di numerazione e di una seconda parte riguardante una possibile applicazione didattica da svolgere nella scuola secondaria di primo grado. L’obiettivo didattico principale dell’insegnante è far comprendere agli studenti i vantaggi del calcolo posizionale. Altri obiettivi didattici sono far comprendere che la stessa quantità può essere espressa in modi diversi, svincolare dal meccanicismo legato alle operazioni e comprenderne il reale significato, capire che le cifre che compongono un numero sono i resti di divisioni successive. Tale attività didattica si propone inoltre di favorire la consapevolezza da parte degli alunni che il pensiero matematico è un processo in continua evoluzione, cui tutti possono contribuire e non un dato di fatto immutabile nel tempo, contrasta quindi con la nozione comune che la matematica sia una disciplina molto statica e quindi poco interessante. Prevede un approccio di tipo laboratoriale e multimediale (possibilità di creare fogli di calcolo che permettono ad esempio di trasformare un numero arabo in uno romano, utile per gli studenti con bisogni educativi speciali). E’ un argomento pluridisciplinare con possibilità di approccio storico molto elevato (dagli antichi sistemi di numerazione al sistema binario utilizzato nell’informatica). Permette di sviluppare i traguardi di competenza esplicitati nelle recenti Indicazioni Nazionali: “L’alunno utilizza e interpreta il linguaggio matematico e ne coglie il rapporto con il linguaggio naturale”. “L’alunno confronta procedimenti diversi e produce formalizzazioni che gli consentono di generalizzare i processi appresi”. “L’alunno riconosce e risolve problemi in contesti diversi valutando le informazioni e la loro coerenza”.

Tesi di Specializzazione/Perfezionamento

Autore: Paola Bettinaglio Contatta »

Composta da 31 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 206 click dal 24/11/2014.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.