Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Ambulatori di cardiologia - Inserimento e formazione del nuovo assunto

L’elevata e rapida evoluzione tecnologica, l’ingegnerizzazione nelle strutture sanitarie, esplica nella formazione del personale l’unica strategia per mantenere e implementare soddisfacenti livelli cognitivi che trovano nella competenza e nella conoscenza la massima espressione del know how professionale.
La Clinical Governance (CG) ha cambiato l'approccio con il quale si cerca di fornire ai pazienti la migliore assistenza sanitaria possibile, facendo confluire le diverse componenti che costituiscono un percorso di qualità: audit, efficacia clinica, risk management e riduzione dell'errore, Evidence Based Practice (EBP), Evidence Based Medicine (EBM), Evidence Based Nursing (EBN), formazione continua ed educazione al paziente.
Presupposti irrinunciabili per l’implementazione della CG sono l’agire secondo una logica di Disease Management e l’efficace utilizzo di un idoneo ed appositamente predisposto Sistema Informativo (Information Management System).
Il turnover in sanità riflette gli effetti del bilanciamento fra: Push factors in cui è favorita l’intention to leave e Pull factors in cui è favorita l’intention to stay.
Per i suddetti motivi è necessaria una formazione flessibile, continua e progressiva, orientata verso il miglioramento del grado di efficacy e competence per affrontare le problematiche relative all’inserimento del personale infermieristico neoassunto e/o neo inserito allo scopo di incrementare l’intention to stay e la customer satisfaction, diminuire i tempi di inserimento del personale, i costi economici da ridotta produttività, l’incidenza delle infezioni ospedaliere, il rischio clinico assistenziale legati all’inserimento del personale neoassunto/neo inserito.

Mostra/Nascondi contenuto.
1 INTRODUZIONE …'Dimentico ciò che odo. Ricordo ciò che vedo. Imparo ciò che faccio'. (Confucio)… L’articolo 32 della costituzione, sancisce che la tutela della salute è un diritto fondamentale dell’individuo e interesse della collettività. Viene erogata dal Servizio Sanitario Nazionale (SSN) (Legge 23 dicembre 1978, n. 833) seguendo la programmazione triennale del Piano Sanitario Nazionale (PSN) in tutta la sua ineludibile centralità (decreto 30 dicembre 1992 n. 502- D.lgs 7 dicembre 1993 n. 517). Ogni attività legata alla salute e intesa in tutte le sue accezioni, dalla promozione al mantenimento e cura, è strettamente dipendente dal pieno esercizio e rispetto dei suddetti capisaldi. Si evince che la salute non può e non deve soggiacere esclusivamente alla logica dell’economia ma alla politica della Clinical Governance (CG). La definizione di CG per la prima volta proposta è di Scally e Donaldson ed è comparsa nel 1998 sulla rivista scientifica British Medical Journal 'La Clinical Governance è un sistema attraverso cui le organizzazioni sanitarie (Aziende Sanitarie) sono responsabili del continuo miglioramento della qualità dei loro servizi e della salvaguardia di elevati standard di assistenza attraverso la creazione di un ambiente in cui possa svilupparsi l’eccellenza dell’assistenza sanitaria' 1 . La CG ha cambiato l'approccio con il quale si cerca di fornire ai pazienti la migliore assistenza sanitaria possibile. Al lavoro individuale viene 1 Scally, G. and Donaldson, L.J. (1998) Clinical governance and the drive for quality improvement in the new NHS in England. BMJ, 317, pp.61-65.

Tesi di Master

Autore: Mariarosaria Buonviaggio Contatta »

Composta da 35 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 566 click dal 09/12/2014.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.