Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La spalla del nuotatore

Tesi dal titolo La spalla del nuotatore per la cattedra di Scienza e tecnica dello sport del professor Margheritini. Ho analizzato l'anatomia della spalla, soffermandomi sulla biomeccanica delle nuotate e sui muscoli impegnati durante le quattro nuotate regolamentari. Successivamente, le patologie dovute a fattori intrinseci od estrinseci ed infine l'aspetto della prevenzione.

Mostra/Nascondi contenuto.
4 Introduzione Il nuoto è uno sport conosciuto e praticato in tutto il mondo ad ogni età. Il nuotatore necessita di determinate caratteristiche fisiche e tecniche per svolgere nel miglior modo la sua attività, e per raggiungere alti livelli di performance. Nello sport a qualsiasi livello si verificano da sempre e sempre più frequentemente infortuni di vario genere, che colpiscono prioritariamente muscoli, tendini, legamenti e/o articolazioni che vengono maggiormente sollecitate nello sport in questione. Le cause sono molteplici, sia nei traumi diretti (contusione), causati da un contatto con un agente esterno (rari nel nuoto), sia soprattutto nei traumi indiretti, come strappi, contratture, stiramenti, dove il perché dell’accaduto può essere collegato a conflitti di forze muscolari nel soggetto, poiché vi è un uso improprio di attrezzi sportivi o a causa di allenamenti eccessivi e/o inadatti. La maggior parte delle problematiche, nel nuoto, dipendono da una tipologia di allenamento inesatto, spesso non specifico o eccessivo per alcuni distretti muscolari, mancato allungamento muscolare e protocollo preventivo per le strutture più a rischio. Il problema alla spalla nei nuotatori è da sempre riconosciuto come uno dei più frequenti disturbi, infatti, se pur per breve tempo, ogni atleta d’elìte ha sofferto di disturbi almeno una volta nella propria carriera. Dopo aver consultato, confrontato e rielaborato diverso materiale di studio si potrà capire come determinati fattori possano incidere sull’insorgenza di alcune patologie; da qui porre le basi per intervenire attraverso programmazioni di prevenzione, mettendo in luce come l’esercizio fisico possa essere di supporto per le varie problematiche.

Laurea liv.I

Facoltà: Scienze Motorie

Autore: Paolo Stati Contatta »

Composta da 62 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3450 click dal 17/11/2014.

 

Consultata integralmente 4 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.