Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il decentramento delle attività produttive: influenza dei costi di trasporto

La tesi, agli albori della globalizzazione, illustra modalità di decentramento industriale, con particolare riferimento al meccanismo che tiene conto dei costi di trasporto.
Viene illustrato il caso Fiat ed anche si propongono alcuni esempi nel settore manifatturiero.

Mostra/Nascondi contenuto.
3 INTRODUZIONE All'inizio del terzo millennio ci troviamo in un mondo che ha subito e sta subendo trasformazioni geo-politiche ed economiche significative. La disaggregazione di molti stati dell’Est europeo, seguita al crollo dei regimi delle economie pianificate e l’integrazione economica avvenuta in alcune megaregioni 1 (UE, EFTA, NAFTA, MERCOSUR, etc.), ha contribuito a delineare una nuova realtà a scala internazionale. Da un mondo basato sulla contrapposizione di due grandi blocchi (anni ottanta e novanta) si è passati, infatti, ad una situazione che, sotto l’aspetto economico, attribuisce a più stati il ruolo di “guida” per l’economia mondiale (G7, che in alcune riunioni si allarga fino a G10) e che svolgono, nei confronti dei Paesi che non hanno raggiunto lo stesso livello di sviluppo, un effetto trainante. A questi ultimi seguono i Paesi in via di sviluppo, ancora suddivisi fra chi possiede materie prime, indispensabili per i processi industriali, e chi non ne ha. Ma, con il passare del tempo, si è andati da una strategia di dominanza, molto simile a una politica neocolonialista, verso forme di cooperazione miranti a formare grandi compagini di libero scambio e di integrazione, volte, anche, ad aiutare le zone più povere. 1 Per megaregioni s’intendono spazi supernazionali di tipo continentale o sub-continentale (es. EuroOccidentale e sub-continente indiano). Cfr Marchese-Musso, Dispense di economia regionale, pag.12

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Alessandro Grimaldi Contatta »

Composta da 120 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 547 click dal 01/12/2014.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.