Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Business model, business plan e nuovi strumenti per il supporto alla nascita delle Startup High-Tech

Lo scopo di questo elaborato è identificare in prima battuta cosa siano le startup high-tech, che cosa le renda un argomento così attuale nel panorama economico, per poi delineare i nuovi strumenti di supporto che si rendono necessari per la loro creazione, crescita e consolidamento.
Abbiamo osservato che nel contesto delle startup si sviluppano nuove risposte produttive che fanno capo a innovazioni che vengono definite disruptive, ovvero dirompenti un vero e proprio cambio di paradigma. L'innovazione disruptive è la ricerca che la startup effettua per trasformare la propria idea in un prodotto che il cliente voglia acquistare: il focus sostanziale è dunque sulla creazione di valore, inteso come soddisfacimento di bisogni effettivamente percepiti dalle persone.
Le startup allora operano in modalità di ricerca di un modello di business che sia ripetibile e scalabile.
Il business model è infatti lo strumento che è in grado di trasformare gli input che la startup inserisce sul mercato, ovvero le innovazioni, in risultati economici esplicando così il valore di queste.

Mostra/Nascondi contenuto.
INTRODUZIONE Dallo scoppio della bolla di internet nell'anno 2000, che aveva fatto precipitare l’ammontare degli investimenti e la fiducia nelle imprese high-tech, si assiste a una rinnovata attenzione al valore dell’innovazione e conseguentemente al contesto delle startup. Lo scopo di questo elaborato è identificare in prima battuta cosa siano le startup high-tech, che cosa le renda un argomento così attuale nel panorama economico, per poi delineare i nuovi strumenti di supporto che si rendono necessari per la loro creazione, crescita e consolidamento. Una startup è un progetto che nasce dai processi di trasferimento tecnologico e dalle opportunità innovative, facilitati negli ecosistemi per l'innovazione che risultano essere localizzati in particolari aree del mondo: l' agglomerazione di cluster innovativi non è affatto casuale, bensì connessa alla presenza di un insieme di condizioni che, a sistema, incentivano l’imprenditorialità e lo sviluppo. Abbiamo osservato che nel contesto delle startup si sviluppano nuove risposte produttive che fanno capo a innovazioni che vengono definite disruptive, ovvero dirompenti un vero e proprio cambio di paradigma. L'innovazione disruptive è la ricerca che la startup effettua per trasformare la propria idea in un prodotto che il cliente voglia acquistare: il focus sostanziale è dunque sulla creazione di valore, inteso come soddisfacimento di bisogni effettivamente percepiti dalle persone. Le startup allora operano in modalità di ricerca di un modello di business che sia ripetibile e scalabile. 9

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Economia

Autore: Michela Silvestri Contatta »

Composta da 197 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2847 click dal 09/12/2014.

 

Consultata integralmente 5 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.