Skip to content

House of Cards - Potere seriale

Informazioni tesi

  Autore: Alessio Lerda
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2013-14
  Università: Università degli Studi di Torino
  Facoltà: Scienze della Comunicazione
  Corso: Scienze della comunicazione
  Relatore: Guido Ferraro
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 90

Negli ultimi anni si è assistita ad una crescente ed inedita febbre nei confronti delle serie televisive, ineguagliato, al momento, da altre forme narrative in circolazione. Le cause di questo rinnovato appeal possono essere cercate attraverso i più vari ambiti e campi di studi, tra i quali la semiotica e le sue teorie della narrazione. Quest'analisi vuole concentrarsi proprio su questo approccio, ignorando volutamente gli altri, per focalizzare la propria attenzione sulla struttura narrativa di questo particolare genere di storie, nel tentativo di coglierne le peculiarità.
Per farlo si è scelta una coppia di serie televisive: entrambe rispondono al nome di House of Cards e sono una il rifacimento dell'altra. La prima versione fu prodotta dalla BBC nel 1990 e la seconda è in onda dal 2013 ad opera di Netflix, portale americano di streaming on-demand che è approdato proprio con questa serie dal lato della produzione, distribuendola maniera rivoluzionaria rispetto alla trasmissione tradizionale, ma avvicinandosi in realtà alla tipica modalità di fruizione di tali storie in questo periodo.
Per queste ed altre caratteristiche questa coppia di prodotti seriali risulta particolarmente congeniale ai fini dell'analisi, che segue due principali filoni: da un lato, ispirati dalle teorie di Levi-Strauss, ci si concentra sul tema del potere – entrambe hanno uno spietato politico come protagonista – e di come viene trattato nel corso delle due storie simili ma non identiche, per verificare se la sua rappresentazione resti la stessa o venga modificata dal remake, nonostante la trama così simile; dall'altro, riprendendo Greimas, ci si soffermerà sugli schemi attanziali alla base delle due vicende.
In entrambi i casi, l'obiettivo è quello di isolare eventuali caratteristiche significative che possano essere poste alla base della narrazione seriale, non solo di questi due prodotti, ma della serialità televisiva in genere, cercando quindi di comprendere alcuni dei motivi che le rendono così popolari in questo momento storico.
Le teorie e gli strumenti coi quali viene affrontata l'analisi poggiano sugli argomenti del corso di Teoria della Narrazione tenuto da Guido Ferraro nell'anno 2013/2014, racchiusi nelle dispense del corso (Ferraro, 2013) e in Uno sguardo più attento (Ferraro, Santangelo, 2013), soprattutto per quanto riguarda l'applicazione della coppia topic-focus all'analisi dei film, qui spostata sulle serie televisive.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
Introduzione: il fenomeno delle serie televisive Pilot. Spoiler. Season finale. Emmy. HBO, ABC, NBC, Netflix, BBC. Sit-com. Drama. Questi (e molti altri) termini sono entrati prepotentemente nel vocabolario di molti di noi nel corso degli ultimi anni, da quando cioè si è assistito ad un aumento vertiginoso di attenzione e considerazione nei confronti delle serie televisive. Il successo di pubblico e il loro impatto nella cultura popolare non sono di per sé una novità (si pensi a serie cult degli anni '90 come Friends, Twin Peaks o E.R.), ma ultimamente l'entusiasmo per questa forma narrativa sembra aver raggiunto vette inedite, finendo per coinvolgere anche la critica e spingendo il mondo della fiction televisiva a sfidare il cinema, eterno rivale, per qualità dei contenuti, livello degli interpreti e consistenza dei budget. L'approccio non è più quello del singolo caso particolarmente ispirato, ma sta invece diventando un'abitudine, se non una necessità, visto l'aumento esponenziale di competizione fra i network e il continuo coinvolgimento di nuove parti in causa attorno al già variegato mondo della produzione televisiva. Il vastissimo panorama del web, ad esempio, e in particolare dei suoi social network, sembra essere costruito apposta per inserirsi agilmente all'interno di questo fenomeno, sfruttandolo e alimentandolo a sua volta. Queste piattaforme non sono soltanto un utile rampa di lancio per pubblicizzare le varie serie e tenere continuamente aggiornati i fan con foto, video e notizie in anteprima, ma offrono soprattutto la possibilità, dal lato del pubblico, di commentare tutto il commentabile riguardo ad ogni dettaglio della serie seguita: prima, dopo, ma soprattutto durante l'episodio, a riprova della presenza, ormai ovunque, di spettatori che spendono ore e giorni della loro vita a soffrire e gioire dietro questo particolare genere di storie e vogliono farlo sapere a tutti, subito, cercando disperatamente di stare al passo con le trame per evitare l'incubo dello spoiler, il colpo di scena rivelato anzitempo. Che, oltre a rovinare il gusto della visione, è anche un marchio indelebile della posizione dello spettatore rispetto all'uscita degli episodi: chi può permettersi di dispensare spoiler è colui che ha già visto l'ultima scena e non può a sua volta farsi sorprendere; chi lo subisce, invece, è perché è rimasto colpevolmente indietro. In questo processo Facebook e simili sono un'arma terribile: lo 5

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi