Skip to content

Stima della vulnerabilità sismica di edifici in struttura mista muratura-calcestruzzo armato

Informazioni tesi

  Autore: Davide Santo Antonio Grasso
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2005-06
  Università: Università degli Studi di Catania
  Facoltà: Ingegneria
  Corso: Ingegneria Civile
  Relatore: Ivo - Enzo Caliò - D'Amore
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 242

La recente rivoluzione normativa in ambito sismico ha determinato una rivoluzione metodologica, senza precedenti nel nostro paese, che ha suscitato non poche perplessità e problematiche soprattutto in ambito professionale. Tuttavia tale rivoluzione normativa, anche se non ancora efficace, ha avuto il pregio di mettere in seria discussione la problematica del rischio sismico per anni ampiamente sottovalutata. Nel più specialistico ambito della ricerca, nell’ultimo decennio ci si è spinti sempre di più verso lo sviluppo di modellazioni complesse e onerose ma sempre meno robuste e numericamente affidabili e sempre meno adatte al più vasto e incisivo ambito professionale. E’ ben noto che in molti casi i risultati di modellazioni complesse vengono verificati sulla base di schematizzazioni semplici ed intuitive piuttosto che il viceversa.
La ricerca che è stata svolta nell’ambito della presente tesi è inquadrata nel più vasto tema di ricerca che riguarda i metodi di modellazione per lo studio della vulnerabilità sismica degli edifici esistenti. In tale ambito negli ultimi anni sono state sviluppate numerose ricerche relative alla definizione di modelli di predizione della risposta sia di edifici in calcestruzzo armato che degli edifici in muratura. Tuttavia poca attenzione è stata rivolta allo studio della vulnerabilità sismica di edifici in struttura mista muratura calcestruzzo armato e alla definizione di metodologie di analisi per effettuare tali studi.
In questa lavoro si affronta lo studio della vulnerabilità sismica dei sistemi misti muratura-c.a. utilizzati in Italia per la ricostruzione delle aree colpite dal terremoto di Messina e Reggio Calabria del 1908. Le indagini necessarie per sviluppare le verifiche strutturali di un’ampia popolazione di edifici potrebbero essere notevolmente ridotte se si potessero individuare delle “classi” di strutture accomunate dal medesimo sistema costruttivo e da rilevanti similitudini strutturali. In questo caso si potrebbe infatti approfondire lo studio analitico e sperimentale di alcuni significativi casi di studio, per poi derivare, con limitate informazioni aggiuntive, la vulnerabilità sismica di tutta la “classe” di strutture da investigare. A tal proposito nell’ambito del lavoro di ricerca sono stati esaminati numerosi edifici civili in “muratura intelaiata” realizzati in Calabria ed in Sicilia nel periodo 1909-1940 per verificare la possibilità di definire alcune classi di strutture omogenee ed individuare dei casi di studio sui quali condurre accurate indagini analitiche e sperimentali. Nell’ambito di questa ricerca è stato definito un “caso di studio” rappresentativo di un’ampia classe di edifici civili in muratura intelaiata progettati e realizzati secondo le norme del tempo. La definizione del caso di studio (descritto nel capitolo 7) ha richiesto informazioni sul sistema costruttivo, sulla geometria delle opere e sulle caratteristiche meccaniche ed elastiche dei materiali; il dimensionamento del caso di studio deriva dunque dall’indagine statistica delle costruzioni esaminate. Inoltre, per disporre dei dati sperimentali relativi alle caratteristiche tipiche della muratura di mattoni pieni nel periodo considerato sono stati utilizzati alcuni risultati di prove con martinetti piatti (capitolo 5) effettuate in edifici in struttura mista costruiti negli anni 30 nella città di Messina.
Le analisi di vulnerabilità sismica, sviluppate nell’ambito del presente lavoro, sono state affrontate mediante un nuovo approccio basato sull’uso di un macro-elemento sviluppato presso l’Università di Catania, prima nell’ambito della Tesi di Laurea [23], e poi approfondito ed ampliato con successivi lavori [6,8,9,10,27], per lo studio di edifici in muratura.
Dapprima è stato realizzato in ambiente SAP2000 [34] il modello di una singola parete in sezione mista ed è stato fatto un confronto con il programma 3DMACRO [7]. Successivamente, sono stati realizzati in ambiente SAP due modelli 3D del caso di studio con differenti caratteristiche meccaniche, al fine di simulare il comportamento sismico di tale tipologia di edifici. Le analisi statiche non lineari (Push-over Analysis) condotte hanno consentito una stima attendibile della vulnerabilità sismica delle tipologie ascrivibile al caso di studio esaminato e soprattutto indicano una nuova metodologia di analisi per lo studio delle strutture miste muratura-calcestruzzo armato. Tale lavoro di ricerca è inquadrato in un progetto di ricerca nazionale dal titolo “valutazione e riduzione della vulnerabilità sismica degli edifici in muratura” finanziato dalla protezione civile, Linea 1 task 2 del progetto Reluis [Edifici misti muratura-calcestruzzo armato].

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
Introduzione La recente rivoluzione normativa in ambito sismico ha determinato una rivoluzione metodologica, senza precedenti nel nostro paese, che ha suscitato non poche perplessità e problematiche soprattutto in ambito professionale. Tuttavia tale rivoluzione normativa, anche se non ancora efficace, ha avuto il pregio di mettere in seria discussione la problematica del rischio sismico per anni ampiamente sottovalutata. Nel più specialistico ambito della ricerca, nell’ultimo decennio ci si è spinti sempre di più verso lo sviluppo di modellazioni complesse e onerose ma sempre meno robuste e numericamente affidabili e sempre meno adatte al più vasto e incisivo ambito professionale. E’ ben noto che in molti casi i risultati di modellazioni complesse vengono verificati sulla base di schematizzazioni semplici ed intuitive piuttosto che il viceversa. La ricerca che è stata svolta nell’ambito della presente tesi è inquadrata nel più vasto tema di ricerca che riguarda i metodi di modellazione per lo studio della vulnerabilità sismica degli edifici esistenti. In tale ambito negli ultimi anni sono state sviluppate numerose ricerche relative alla definizione di modelli di predizione della risposta sia di edifici in calcestruzzo armato che degli edifici in muratura. Tuttavia poca attenzione è stata rivolta allo studio della vulnerabilità sismica di edifici in struttura mista muratura calcestruzzo armato e alla definizione di metodologie di analisi per effettuare tali studi. In questa lavoro si affronta lo studio della vulnerabilità sismica dei sistemi misti muratura-c.a. utilizzati in Italia per la ricostruzione delle

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

analisi
software
muratura
stima
sap2000
modellazione
vulnerabilità sismica
pushover
calcestruzzo armato
3dmacro

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi