Skip to content

L'impatto dei farmaci generici sul canale farmacia

Informazioni tesi

  Autore: Francesco Giaccotto
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2013-14
  Università: Università degli Studi di Parma
  Facoltà: Economia
  Corso: Trade Marketing e Strategie Commerciali
  Relatore: Giampiero Lugli
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 131

Nel lavoro svolto i principali risultati ottenuti sono stati la descrizione di un quadro abbastanza dettagliato relativo al mercato farmaceutico italiano e un’analisi sugli orientamenti competitivi delle farmacie, con particolare focalizzazione sulle modalità di referenziamento dei farmaci generici.
Analizzando il settore del farmaco, inizialmente ho sviluppato una parte introduttiva dedicata alla descrizione della composizione del mercato farmaceutico in modo ampio, in seguito sono stati approfonditi i dettagli in modo più accurato. Dopo la parte introduttiva ho descritto il ruolo dei farmaci generici, soffermandomi sui benefici che apporterebbero al sistema e sugli ostacoli che ne frenano lo sviluppo.
In seguito è stato preso in considerazione il punto di vista industriale, in particolare le azioni competitive attuate dall’industria farmaceutica di marca per contrastare la minaccia costituita dall’aumento della penetrazione dei generici.
Successivamente ho preso come riferimento il punto di vista distributivo, relativamente alla distribuzione despecializzata, e in seguito a quella specializzata. Per quanto riguarda la GDO, verrà prima descritto il panorama distributivo italiano relativo agli attori operanti nel mondo del largo e generale consumo. Uno spazio è stato dedicato ai limiti delle liberalizzazioni, che hanno ridotto la loro efficacia in termini di miglioramento della concorrenza del mercato e, indirettamente, del welfare.
Per quanto riguarda le farmacie, descriverò le minacce del mercato che stanno indebolendo la loro posizione di rendita. L’aumento delle vendite dei medicinali equivalenti ha modificato gradualmente il ruolo del farmacista, che spesso si trova a sostituire il medico nella scelta del farmaco da suggerire ai pazienti. Nella parte finale verranno discusse le possibili reazioni che la distribuzione specializzata può mettere in atto per fronteggiare le minacce competitive degli ultimi anni.
La parte sperimentale dell’elaborato è volta ad indagare le strategie assortimentali delle farmacie, relativamente ai farmaci generici.
Sono emerse diversità nei margini distributivi relativi ai medicinali equivalenti, rispetto alle specialità di marca: nel secondo caso i margini sono risultati inferiori. Questa peculiarità è interessante perché per legge, per quanto riguarda l’etico, i margini distributivi dovrebbero essere uguali in percentuale, e proporzionali al prezzo di vendita. Tuttavia se i margini ottenuti dai generici sono superiori in percentuale a quelli sviluppati con i farmaci di marca, si può ritenere che sussista una sorta di scontistica aggiuntiva applicata dalle case farmaceutiche produttrici di generici, al fine di entrare negli assortimenti commerciali. Tuttavia, sugli eventuali extrasconti utilizzati dai genericisti non posso fornire conclusioni certe perché i farmacisti non mi hanno mai permesso di entrare troppo nei dettagli in tale campo, questo rappresenta uno dei principali limiti al mio lavoro di ricerca.
Ho trovato interessante uno spostamento graduale del core business dei punti vendita specializzati dai farmaci etici alle categorie che presentano un minor posizionamento medicale.L’aumento del ruolo commerciale del farmacista è la principale risposta all’indebolimento della posizione di rendita. Tale ruolo commerciale non può essere svolto per i farmaci con obbligo di prescrizione, in quanto sottoposti ad oneri legislativi rilevanti. Per questo motivo i farmacisti più orientati al mercato tendono a seguire la strada della diversificazione assortimentale verso categorie per le quali si possono manovrare in completa libertà le leve di marketing.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
3 Introduzione Nel presente elaborato mi occuperò delle conseguenza dell’avvento dei farmaci generici nel mercato farmaceutico, con particolare riferimento al canale farmacia. Inizialmente verrà descritto il settore farmaceutico con le sue particolarità e caratteristiche, con maggiore focalizzazione sul mercato italiano. In questa parte della tesi verranno discusse le principali mutazioni che stanno attraversando il mercato della salute. Nel secondo capitolo tratterò più in dettaglio il tema dei medicinali equivalenti. Saranno analizzati i benefici che si otterrebbero conseguentemente ad un aumento della loro penetrazione presso i consumatori. Verrà dedicato spazio anche alle motivazioni alla base del ritardo dei generici. Tale ritardo è particolarmente accentuato nel nostro paese, in cui la penetrazione dei medicinali equivalenti è ancora meno rilevante rispetto agli altri paesi commercialmente più evoluti. Infine traccerò il profilo delle principali aziende produttrici di medicinali equivalenti. In seguito verrà preso in considerazione il punto di vista industriale, in particolare le azioni competitive attuate dall’industria farmaceutica di marca per contrastare la minaccia costituita dall’aumento della penetrazione dei generici. Mi soffermerò su diverse strategie messe in atto in seguito alla scadenza dei brevetti relativi ai principi attivi. Farò un’analisi della loro efficacia economica, supportata da vari esempi forniti da azioni realmente effettuate da alcuni attori del mercato. Verranno descritte le strategie che fanno registrare risultati migliori nel lungo periodo, e quelle meno efficaci, che portano gli attori che le attuano a perdere quote di mercato. Infine si prenderà come riferimento il punto di vista distributivo, relativamente alla distribuzione despecializzata, e in seguito a quella specializzata. Per quanto riguarda la GDO, verrà prima descritto il panorama distributivo italiano relativo agli attori operanti nel mondo del largo e generale consumo. Mi soffermerò sull’effetto delle liberalizzazioni che hanno permesso la diversificazione assortimentale della GDO nei farmaci da banco e nei parafarmaci. Uno spazio sarà dedicato ai limiti delle liberalizzazioni, che hanno ridotto la loro efficacia in termini di miglioramento della concorrenza del mercato e, indirettamente, del welfare. La marca commerciale nel farmaco verrà trattata ampiamente, con esempi sulle profonde differenze in termini di penetrazione della private label nelle diverse zone del pianeta.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi