Skip to content

Nuove proposte nutrizionali per lo Sport

Informazioni tesi

  Autore: Andrea Boaria
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2012-13
  Università: Università Telematica San Raffaele Roma
  Facoltà: Scienze Motorie
  Corso: Scienze dell'Attività Fisica e Motoria
  Relatore: Mauro Lombardo
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 132

E’ universalmente riconosciuto il ruolo fondamentale della dieta nello sport, inteso come fattore determinante in grado di influenzare la prestazione sportiva; una componente irrinunciabile per l’atleta quanto maggiore è l’impegno fisico richiesto.
Negli atleti dediti ad attività sportive caratterizzate da un rilevante impegno agonistico e competitivo, che presuppone elevati carichi di allenamento, l’adozione di corrette abitudini alimentari è condizione indispensabile per raggiungere e mantenere un buona forma fisica e per ottenere il successo sportivo. L’alimentazione è quindi parte integrante della programmazione di uno sportivo e di tutti gli atleti che mirino ad ottenere una buona capacità di svolgere un lavoro muscolare.
Negli ultimi anni, con l’aumentare del numero di soggetti che si dedicano con regolarità alla pratica sportiva, a fronte di una sempre maggiore conoscenza scientifica dei fattori nutrizionali in grado di favorire o in alcuni casi, compromettere la capacità di prestazione atletica, si è verificato un costante sviluppo di un’informazione nutrizionale parallela, molto spesso non sostenuta da una sufficiente verifica scientifica.

Obiettivo. Scopo della tesi è stato quello di analizzare criticamente le diete più conosciute e diffuse tra la popolazione, attraverso un approfondimento di studio sulla loro validità e praticabilità in ambito sportivo. Attraverso un processo di selezione incentrato ad evidenziare le diete più note con maggiori studi e ricerche epidemiologiche, sono state individuate: la dieta mediterranea, la dieta a Zona, le diete iperproteiche, la dieta vegetariana, la Paleo dieta, nutrigenomica e dieta dei gruppi sanguigni.

Metodo. La strutturazione della tesi si è basata sulla ricerca e l’approfondimento bibliografico delle diverse diete attraverso le banche dati informatiche, la disamina delle indagini epidemiologiche e dei trials clinici, lo studio delle opere letterarie nel campo della nutrizione sportiva.

Conclusione. Se la dieta mediterranea e quella vegetariana rappresentano la cultura e la tradizione alimentare di alcune grandi popolazioni, le altre proposte sono il frutto di studi e ricerche operate da dottori sugli effetti della dieta nella salute e nella prevenzione di alcune gravi patologie. Dal loro confronto si possono evidenziare alcuni punti in comune (la qualità degli alimenti, l’apporto lipidico) e delle sostanziali differenze (rapporto proteine-carboidrati, esclusione di alcuni alimenti, sistema quantitavo-qualitativo, il tempo di applicabilità).
Preso atto che la dieta rientra a pieno nel contesto pianificativo dell’atleta, attraverso una logica strutturazione individuale, si conviene come in periodi ad intensa attività fisica, una dieta completa come quella mediterranea sia più favorevole a tale scopo, così come la dieta per il vegetariano (con opportune integrazioni).
Nel periodo di riposo o recupero invece, dove l’attività fisica è ridotta e meno intensa, è possibile adottare la dieta a Zona o la Paleodieta, mentre la dieta iperproteica diviene strumento efficace nella perdita di peso, preservando la massa magra.
La nutrigenomica rappresenta sicuramente un quid pluris nella formulazione di diete personalizzate che tengano conto di eventuali carenze metaboliche dell’individuo, in grado di evidenziare l’interazione (positiva o negativa) degli alimenti sul nostro organismo, influenzando pertanto la prestazione sportiva.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
7 CAPITOLO 1: PRINCIPI GENERALI DEI MACRONUTRIENTI 1.1 I MACRONUTRIENTI I nutrienti glucidici, lipidici e proteici forniscono l’energia necessaria per mantenere le funzioni corporee essenziali, sia durante il riposo che durante l’attività fisica. Queste molecole, chiamate macronutrienti, mantengono l’integrità strutturale e funzionale dell’organismo. 1.1.1 Carboidrati Atomi di carbonio, idrogeno e ossigeno si combinano a formare i carboidrati di base (zuccheri), caratterizzati dalla formula generale (CH 2 O) n , dove n varia da 3 a 7 atomi di carbonio con idrogeno e ossigeno legati attraverso legami semplici. I carboidrati vengono divisi in quattro gruppi: monosaccaridi, disaccaridi, oligosaccaridi e polisaccaridi, a seconda del numero di zuccheri semplici che fanno parte della molecola (vedi tabella 1). Tabella 1 Classificazione generale dei carboidrati (fonte: Mc Ardle W, Katch F, Katch V. Fisiologia applicata allo sport) Monosaccaridi Triosi Tetrosi Oligosaccaridi Polisaccaridi Pentosi C 5 H 10 O 5 Esosi C 6 H 12 O 6 Disaccaridi C 12 H 22 O 11 Pentosani (C 5 H 6 O 4 )n2 Esosani (C 6 H 10 O 5 )n2 Polisaccaridi Misti Arabinosio Ribosio Xilosio Deossiribosio Fruttosio Galattosio Glucosio Mannosio Lattosio Maltosio Saccarosio Trealosio Arabano Xilano Cellulosa Glicogeno Inulina Mannano Amido (amilosio e amilopectina) Agar Pectina Chitina Emicellulosa Carregenina Gomma vegetale Derivati dei monosaccaridi Zuccheri alcolici: glicerolo, inositolo, mannitolo sorbitolo Zuccheri amminici: galattosammine (formati da galattosio, presenti nella cartilagine, nei tendini e nell’aorta) glucosammine (formate da glucosio, presenti nel tessuto connettivo) Zuccheri acidi: acido ascorbico (vit. C, non formata nell’organismo); acido gluconico (dal glucosio) acido glicuronico ( dal glucosio, aiuta nei processi di disintossicamento ed escrezione di altri composti, è presente nel tessuto connettivo)

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

sport
alimentazione
dieta mediterranea
attività fisica
nutrizione
dieta
allenamento
la dieta dello sportivo
scienza della nutrizione

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi