Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Federalismo e democrazia nel pensiero politico di Alexis de Tocqueville

Il presente lavoro si basa sullo studio del pensiero tocquevilliano attraverso un’analisi del suo libro più importante “La democrazia in America”, pubblicato nel 1840, in seguito ad un incarico ricevuto dal governo francese, centrato sullo studio del sistema democratico statunitense quasi a ricercare le variabili che avrebbero potuto dar vita in Francia, che in quel periodo storico viveva gli impatti sociali della Rivoluzione Francese, ad un sistema che si contrapponeva alla monarchia.
In generale, egli indaga su queste caratteristiche ma al tempo stesso produce uno studio che sarà precursore di un innovativo metodo di indagine di ricerca sociologica il quale verrà successivamente adottato nella ricerca. In particolare, egli svolge il suo lavoro partendo dal presupposto che il lavoro di osservazione vada a comprendere analisi che riguardano aspetti economici, politici, giuridici e sociali cioè di studio di un sistema sociale che non possano prescindere dall’ osservazione dei singoli aspetti.
Nella sua descrizione delle istituzioni del più giovane Stato del suo tempo, gli Stati Uniti, Tocqueville si è rivelato come uno dei più grandi pensatori politici del XIX secolo. Definendo le condizioni morali ed intellettuali del regime democratico, dove si combinano
le virtù le più contraddittorie e fondamentali della vita sociale - la libertà e l’uguaglianza - egli ha proposto una visione profetica dell’ideale politico per i secoli a venire, ed in particolare per il nostro.
Interessante è allora analizzare quali siano gli elementi che hanno generato il nuovo sistema democratico e federale americano, attraverso lo studio de La Democrazia in America.

Mostra/Nascondi contenuto.
7 Per comprendere appieno il pensiero politico di Alexis De Tocqueville, che lo porta ad essere annoverato tra i precursori della filosofia politica, non si più prescindere dal tener conto dell’epoca storica in cui visse e delle influenze che vita familiare, paese di origine e relazioni che egli intrattenne durante la sua vita, ebbero sulla sua esperienza come filosofo e politologo. 1.1 Aspetti biografici Alexis Charles de Tocqueville nasce a Parigi il 29 luglio 1805, da famiglia aristocratica normanna perseguita nel periodo del Terrore francese, post- rivoluzione; ma è anche erede della tradizione illuminista, eredità che raccoglie dal bisnonno Malesherbes,lo studioso si trova così ad affrontare il XIX sec. : portando con sé una eredità che è contemporaneamente familiare, culturale e politica 1 . Tocqueville vive in prima persona il passaggio storico-politico dalla società aristocratica francese e stratificata dell’Ancien Regime a quella egualitaria e orizzontale della Francia Repubblicana, Tocqueville appare in questo senso “un uomo tra due mondi” 2 . Fedele per lungo tempo all’ideale monarchico, sceglierà di seguire la professione del padre diventando magistrato, e nel luglio 1830 presterà giuramento a Re Luigi Filippo. Due anni più tardi si dimetterà dall’incarico e sceglierà di partire per un viaggio in America con il suo amico Gustave de Beaumont per redigere uno studio sul sistema penitenziario americano. Il viaggio permetterà a Tocqueville e Beaumont di avere successo e varrà loro il premio Montyon, non solo: per Tocqueville sarà l’occasione per redigere un ulteriore studio sulla vita democratica in America. L’opera più importante “ La democrazia in America” di Tocqueville verrà accolta con grande successo e gli spalancherà le porte di accesso delle più prestigiose accademie francesi. Predilige, però, la carriera di politico alla vita accademica, tanto che viene eletto nel 1842 alla Camera dei Deputati, dove si dedica con particolare attenzione agli studi sull’analisi dei problemi legati alle situazioni di povertà economica e marginalità sociale. 1 Cfr. J-L . Benoit “Comprendre Tocqueville” Colin, Paris, 2004; L.Diez Del Corral “Tocqueville: formazione intellettuale e ambiente storico” , Il Mulino, Bologna, 1996 2 S.Wolin , “Tocqueville between two words”, Princeton Unversity Press, Princeton , 2001 , “Sistemi politici e processi culturali” di Salvatore Abruzzese in Sociologi: teorie e ricerche, Sussidio per la storia dell'analisi sociologica, a cura di Gabiele Pollini e Albertina Pretto, Franco Angeli

Laurea liv.I

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Giovanni Orlando Contatta »

Composta da 79 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2350 click dal 18/02/2015.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.