Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Mary Wollstonecraft: dall'educazione delle bambine alla ''rivoluzione dei costumi''

La tesi è un ritratto della vita e delle principali opere di Mary Wollstonecraft, femminista ante litteram vissuta alla fine del 1700.

Mostra/Nascondi contenuto.
Introduzione Questa tesi triennale nasce con l'intento di approfondire quelle che possono essere definite le radici del femminismo europeo o, più in generale, del femminismo occidentale. Ciò che forse stupirà i lettori è la scelta di scrivere una monografia su una pensatrice dell'ultimo Settecento, a prima vista assai superata da decenni di lotte politiche e battaglie per l'uguaglianza dei diritti. Il mio interesse per questa autrice nasce in verità da constatazioni riguardanti l'attualità e la dilagante assuefazione in cui televisione e popular culture hanno fatto precipitare il senso comune. Dopo aver letto Dalla parte delle bambine 1 di Elena Gianini Belotti e aver ulteriormente approfondito con Ancora dalla parte delle bambine 2 di Loredana Lipperini, è stato per me lampante quanto il cuore della problematica femminile ruotasse intorno ai simboli e agli stereotipi che, anche dopo lunghe battaglie politiche, incombono nei percorsi educativi sia familiari che scolastici in cui tutti noi siamo cresciuti. Pur essendo l'Italia il fanalino di coda dell'Europa 3 , nelle problematiche di genere e non solo da un punto di vista culturale, è evidente che una certa difficoltà a creare modelli di femminilità (ma anche di mascolinità) realmente alternativi possa ritrovarsi anche nei tanto elogiati paesi del nord Europa o negli USA. Mentre da questi ultimi arrivano serie televisive di successo come Sex and the City o Desperate Housewives 4 , Amnesty Internationl premia il lungometraggio di 1 Elena Gianini Belotti, Dalla parte delle bambine, Feltrinelli, Milano 2004; pubblicato per la prima volta nel 1973 sempre per la casa editrice Feltrinelli. 2 Loredana Lipperini, Ancora dalla parte delle bambine, Feltrinelli, Milano, 2010 3 “Il che significa che l'Italia ha il più basso livello di partecipazione femminile al mercato del lavoro tra tutti i 25 stati membri dell'Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico (Ocse). Dietro il nostro paese vengono Messico e Turchia.” in Loredana Lipperini, Ancora dalla parte delle bambine, cit., pag. 50 4 Le serie televisive hanno vinto numerosi premi tra cui diversi Emmy Award e Golden Globe. 3

Laurea liv.I

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Marta Mariani Contatta »

Composta da 65 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1466 click dal 16/02/2015.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.