Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Le biotecnologie in agricoltura: situazione attuale e prospettive future

L'applicazione delle biotecnologie ai vari settori produttivi ha fatto nascere un acceso dibattito. Infatti, nelle potenzialità offerte dalla biotecnologia vengono riversate grandi attese che vanno dalla possibilità di curare le varie malattie che affliggono l'uomo, alla possibilità di garantire nei prossimi anni il soddisfacimento della domanda alimentare mondiale. Nel contempo il termine biotecnologia evoca in molti timori di pericoli incontrollati per l'umanità.
Sulla base di queste considerazioni, si è cercato, nei capitoli successivi, di descrivere un quadro, il più possibile obiettivo, riguardo all'applicazione delle biotecnologie al settore agro-alimentare.
Per fare questo, nel primo capitolo, si è partiti dalla descrizione delle origini della biotecnologia - intesa come utilizzo di organismi viventi per ottenere o migliorare prodotti - che si perdono nella storia, da quando cioè l'uomo ha iniziato a sviluppare prodotti fermentati come yogurt, birra e pane.
Solo in anni recenti, però, le scoperte in campo genetico hanno permesso il passaggio dalla biotecnologia tradizionale alla biotecnologia moderna, caratterizzata dalla capacità, "rivoluzionaria" di "riscrittura" del corredo genetico degli organismi viventi. Questa nuova capacità è stata negli ultimi anni applicata a diversi settori produttivi, fra cui l'agricoltura. Ed è proprio su quest'ultimo settore che concentreremo la nostra attenzione, per capire come la biotecnologia si possa inserire nel contesto dell'attuale sistema agricolo internazionale frutto degli sforzi di miglioramento genetico e noto come "Rivoluzione Verde", avvenuto nella seconda metà del secolo. Il sistema di agricoltura proposto dalla "Rivoluzione Verde" da un lato, ha garantito la copertura della domanda alimentare di questo fine secolo, ma dall'altro ha avuto un impatto negativo sulle qualità e quantità delle risorse ambientali.

Mostra/Nascondi contenuto.
15 INTRODUZIONE L’applicazione delle biotecnologie ai vari settori produttivi ha fatto nascere un acceso dibattito. Infatti, nelle potenzialità offerte dalla biotecnologia vengono riversate grandi attese che vanno dalla possibilità di curare le varie malattie che affliggono l’uomo, alla possibilità di garantire nei prossimi anni il soddisfacimento della domanda alimentare mondiale. Nel contempo il termine biotecnologia evoca in molti timori di pericoli incontrollati per l’umanità. Sulla base di queste considerazioni, si è cercato, nei capitoli successivi, di descrivere un quadro, il più possibile obiettivo, riguardo all’applicazione delle biotecnologie al settore agro-alimentare. Per fare questo, nel primo capitolo, si è partiti dalla descrizione delle origini della biotecnologia -intesa come utilizzo di organismi viventi per ottenere o migliorare prodotti- che si perdono nella storia, da quando cioè l’uomo ha iniziato a sviluppare prodotti fermentati come yogurt, birra e pane. Solo in anni recenti, però, le scoperte in campo genetico hanno permesso il passaggio dalla biotecnologia tradizionale alla biotecnologia moderna, caratterizzata dalla capacità, “rivoluzionaria” di “riscrittura” del corredo genetico degli organismi viventi. Questa nuova capacità è stata negli ultimi anni applicata a diversi settori produttivi, fra cui l’agricoltura. Ed è proprio su quest’ultimo settore che concentreremo la nostra attenzione, per capire come la biotecnologia si possa inserire nel contesto dell’attuale sistema agricolo internazionale frutto degli sforzi di miglioramento genetico e noto come “Rivoluzione Verde”, avvenuto nella seconda metà del secolo. Il sistema di agricoltura proposto dalla “Rivoluzione Verde” da un lato, ha garantito la copertura della domanda alimentare di

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Michele Rosani Contatta »

Composta da 194 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4576 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 13 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.