Skip to content

La Street Art di Blu

Informazioni tesi

  Autore: Claudia Bandecchi
  Tipo: Tesi di Laurea Magistrale
  Anno: 2013-14
  Università: Università degli Studi di Pisa
  Facoltà: DIPARTIMENTO DI CIVILTA’ E FORME DEL SAPERE
  Corso: Storia e Forme delle Arti Visive, dello Spettacolo e dei Nuovi Media.
  Relatore: Sergio Cortesini
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 138

La tesi propone un'indagine sull'artista contemporaneo Blu, proponendo una chiave di lettura della sua produzione artistica. Questo artista, pur avendo raggiunto una fama internazionale e avendo viaggiato in molte parti del mondo lasciando sempre traccia del suo segno, rimane comunque una figura anonima, priva di un volto e di un nome.
Della vita personale di Blu non si sa e non si può sapere quasi niente; il curatore Stefano Questioli afferma che se l'artista potesse «eviterebbe di chiamarsi». Il nomignolo stesso, "Blu", è senza significato, è un nome che scelse in età giovanile quando iniziò a dipingere per strada come qualsiasi altro ragazzo appartenente alla sottocultura hip-hop. Banalmente gli piaceva il colore.
L'opera complessiva di Blu, nel 2011, è stata segnalata da "The Observer" nella classifica, compilata da Tristan Manco per la testata giornalistica, dei dieci migliori street artist, assieme alle opere di personalità come Banksy e Keith Haring.
La prima fase della ricerca ha consistito nel condurre uno studio sugli aspetti socio-culturali, artistici e storici del fenomeno Street art, del quale Blu è un'esponente precipuo. La Street art è un fenomeno le cui performance sono accomunate non tanto dai mezzi di esecuzione materiale quanto più dal luogo d'esecuzione e di fruizione: la strada.
Avendo la strada come luogo d'attuazione, le creazioni riconducibili alla Street art sono quantomeno in origine legate alla sfera dell'illegalità e rivendicano una riappropriazione degli spazi, ricalcando (ma senza necessità d'approvazione ufficiale) le modalità espositive della comunicazione pubblicitaria. Si potrebbero individuare differenti filoni in relazione alle tecniche utilizzate, ma questo tipo di operazione è tanto semplice quanto poco significativa.
Diverso è il discorso sulle poetiche: vi sono artisti che agiscono su un piano concettuale, altri che utilizzano un linguaggio simbolico, altri ancora che sviluppano una ricerca di tipo più formale. Il quadro è molto complesso, tanto quanto quello dell'arte contemporanea in generale, ma è un punto di partenza utile per contestualizzare l'artista in esame.
Nel secondo capitolo mi sono concentrata sulla figura di Blu, cercando di ricostruirne la storia e le possibili influenze. Bisogna tenere presente che manca una letteratura critica, consistente numericamente e per sofisticatezza intellettuale, riguardo l'artista. Ho trovato quindi utile tracciare un'analisi dei luoghi che Blu ha attraversato a partire da Bologna, città in cui ha frequentato l'Accademia di Belle Arti, dai centri sociali, spazi di elezione per i suoi murales, fino ai viaggi in Sud America.
L'ultima parte del lavoro consiste nella presentazione della produzione artistica di Blu, i murales e i video di animazioni, compresa nell'arco temporale 2000-2013. Ho condotto, quindi, un'analisi stilistica delle opere e, dopo aver identificato alcune ricorrenze figurative, ho dato una lettura contenutistica tentando di avanzare proposte interpretative, suddividendo l'opera di Blu in grandi aree tematiche.
Per la realizzazione di questa tesi ho dovuto prendere in considerazione una serie di testi di diversa estrazione tematica che fanno riferimento ai movimenti della Street art e del writing, necessari a comprendere uno scenario tanto complesso. I testi più importanti sono risultati Street Art di Claudia Galal (2009), Street art. The graffiti revolution di Cedar Lewisohn (2008), Writing di Daniela Lucchetti (2001) e Arte di frontiera. New York Graffiti di Francesca Alinovi (1984). Per la comprensione di alcuni fenomeni underground è stato fondamentale il libro La Cultura Underground di Mario Maffi (2009).
Le fonti primarie di cui mi sono potuta avvalere per lo studio dell'artista e delle sue opere sono limitate. Ho potuto sfruttare e consultare il canale ufficiale di youtube e il blog dell'autore (spesso non aggiornato per mesi e che risulta essere più che altro un archivio di immagini e video), alcune interviste rilasciate tra il 2004 e il 2008 e il catalogo di una mostra personale svoltasi a Milano, privo però di un testo critico esaustivo.
Mi sono avvalsa, inoltre, dell'apporto di articoli presi da giornali specialistici e articoli pubblicati su riviste on-line, archivi e blog che si occupano di street culture, graffiti e street art. Sono stati di aiuto anche le conversazioni e gli scambi di emails avuti con Andrea Martignoni, il sound designer che si è occupato della colonna di sonora di alcuni video realizzati da Blu.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
3 Introduzione La tesi propone un’indagine sull’artista contemporaneo Blu, proponendo una chiave di lettura della sua produzione artistica. Questo artista, pur avendo raggiunto una fama internazionale e avendo viaggiato in molte parti del mondo lasciando sempre traccia del suo segno, rimane comunque una figura anonima, priva di un volto e di un nome. Della vita personale di Blu non si sa e non si può sapere quasi niente; il curatore Stefano Questioli afferma che se l’artista potesse, «eviterebbe di chiamarsi» 1 . Il nomignolo stesso, “Blu”, è senza significato, è un nome che scelse in età giovanile quando iniziò a dipingere per strada come qualsiasi altro ragazzo appartenente alla sottocultura hip-hop.Banalmente gli piaceva il colore. L’opera complessiva di Blu, nel 2011, è stata segnalata da “The Observer” nella classifica, compilata da Tristan Manco per la testata giornalistica, dei dieci migliori street artist, assieme alle opere di personalità come Banksy e Keith Haring 2 . La prima fase della ricerca (capitolo 1) ha consistito nel condurre uno studio sugli aspetti socio-culturali, artistici e storici del fenomeno Street art, del quale Blu è un’esponente precipuo. La Street art è un fenomeno le cui performance sono accumunate non tanto dai mezzi di esecuzione materiale quanto più dal luogo d’esecuzione e di fruizione: la strada. Avendo la strada come luogo d’attuazione, le creazioni riconducibili alla Street art sono quantomeno in origine legate alla sfera dell’illegalità e rivendicano una riappropriazione degli spazi, ricalcando (ma senza necessità d’approvazione ufficiale) le modalità espositive della comunicazione pubblicitaria.Si potrebbero individuare differenti filoni in relazione alle tecniche utilizzate, ma questo tipo di operazione è tanto semplice quanto poco significativa. Diverso è il discorso sulle poetiche: vi sono artisti che agiscono su un piano concettuale, altri che utilizzano un linguaggio simbolico, altri ancora che sviluppano una ricerca di tipo più formale. Il quadro è molto complesso, tanto quanto quello dell’arte contemporanea in generale, ma è un punto di partenza utile per contestualizzare l’artista in esame. Nel secondo capitolo mi sono concentrata sulla figura di Blu, cercando di ricostruirne la storia e le possibili influenze. Nella mia ricerca non mi sono potuta affidare a un dialogo diretto con l’artista, in quanto quest’ultimo, da me contattato, ha affermato di non essere interessato ad apparire né a dare alcuna informazione aggiuntiva, oltre a quelle che si possono trovare nel suo blog on-line. Inoltre bisogna tenere presente che manca una letteratura critica, consistente numericamente e per sofisticatezza intellettuale, riguardo l’artista. Ho trovato quindi utile tracciare un’analisi dei luoghi che Blu ha attraversato a partire da Bologna, città 1 http://www.undo.net/it/argomenti/1215013003, ultimo accesso 14/08/2014 2 http://www.theguardian.com/culture/gallery/2011/aug/07/art#/?picture=377639967&index=0, accesso del 14/08/2014

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

blu
fumetti
sottocultura
stop-motion
street art
writing writers
murales murali
megunica
simboli capitalismo

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi