Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La costruzione del personaggio Bécquer tra mito e ironia

Lo scopo di questo studio è quello di sfatare il mito che è andato costruendosi su Gustavo Adolfo Bécquer. Dopo una prima panoramica abbastanza dettagliata sulla vita di questo autore tardo-romantico e sulla sua poetica, che sottolinea l’importanza della famiglia nella sua esistenza, fondamentale nella sua crescita personale e nell’ispirazione poetica, si passano ad analizzare gli eventi che hanno contribuito alla costruzione del mito. Le varie cerimonie commemorative organizzate da José Gestoso e dal resto della commissione e i monumenti dedicati a Gustavo Adolfo (primo fra tutti quello che si trova nel Parque de María Luisa a Siviglia), sono tutti espressione di un Bécquer pienamente romantico, tormentato e malinconico.

Mostra/Nascondi contenuto.
Introduzione Lo scopo di questo studio è quello di sfatare il mito che è andato costruendosi su Gustavo Adolfo Bécquer. Dopo una prima panoramica abbastanza dettagliata sulla vita di questo autore tardo-romantico e sulla sua poetica, che sottolinea l’importanza della famiglia nella sua esistenza, fondamentale nella sua crescita personale e nell’ispirazione poetica, si passano ad analizzare gli eventi che hanno contribuito alla costruzione del mito. Le varie cerimonie commemorative organizzate da José Gestoso e dal resto della commissione e i monumenti dedicati a Gustavo Adolfo (primo fra tutti quello che si trova nel Parque de María Luisa a Siviglia), sono tutti espressione di un Bécquer pienamente romantico, tormentato e malinconico. Questa visione del poeta, che peraltro è esistita per molto tempo, arrivando sino ai nostri giorni, è ancora di più accentuata dalla sua “obra cumbre”, le Rimas che, dalla Rima X, fanno passare il lettore attraverso le varie fasi dell’amore: dall’innamoramento alla perdita dell’amore e al superamento del dolore, giungendo alla malinconia e alla morte. In particolare, la Rima LIII vale anche all’autore l’appellativo di “poeta de las golondrinas”, nonostante le rondini appaiano solo una volta in tutta la raccolta. È importante sottolineare, inoltre, il valore delle prime dieci Rime, che fanno emergere la capacità metatestuale di Bécquer, ovvero di utilizzare la poesia per parlare della poesia.

Laurea liv.I

Facoltà: Lingue e Letterature Straniere

Autore: Federica Zollo Contatta »

Composta da 50 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 226 click dal 27/04/2015.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.