Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Progettazione di un modello di turnistica delle 12 ore per l'Unità Operativa Grandi Ustionati, presidio Ospedaliero CTO/Maria Adelaide dell'A. O. U. Città della Salute e della Scienza di Torino''

INTRODUZIONE
La crisi economica attuale ha portato molte Aziende Sanitare a ricercare strategie organizzative volte ad ottimizzare le risorse disponibili ed il loro utilizzo. In molti hanno individuato nell'orario di lavoro il giusto compromesso per rispondere alle esigenze del datore di lavoro e a quelle dei professionisti coinvolti.
Negli ultimi anni dunque, il tema dell'orario e di conseguenza i turni di lavoro sono diventati i parametri maggiormente oggetto di valutazione.
L'attenzione è diretta ai turni, non solo per i riflessi che questi determinano sulle strategie organizzative, ma anche sulle ripercussioni che hanno nei confronti del work-family conflict. Il tema di non sottovalutare i rischi psico-sociali che derivano dal conflitto-lavoro famiglia, è stato recentemente ripreso anche dall'OMS.

OBIETTIVO
Progettare un modello di turni esteso a 12 ore lavorative, con la finalità di contribuire alla riduzione del work-family conflict, alla riduzione dei costi, mantenendo inalterata l'efficacia della prestazione erogata.

MATERIALI E METODI
Attraverso la somministrazione di un questionario a tutto il gruppo infermieristico, è stato individuato il modello orario da progettare. È stata condotta una ricerca bibliografica in campo nazionale ed internazionale volta ad evidenziare le differenze tra due modelli orari maggiormente in uso (turno di 8 e 12 ore) e i vincoli di applicabilità da rispettare (normativi, amministrativi e del personale).

RISULTATI
La ricerca ha prodotto degli studi e delle raccomandazioni molto interessanti che evidenziano come un modello orario di 12 ore rispetto ad uno di 8 ore sia in grado di ridurre il work-family conflict e allo stesso modo rispondere alle esigenze del datore di lavoro. È stato progettato un modello di turni su un orario esteso a 12 ore di lavoro giornaliero, in modo da rispettare le necessità del datore di lavoro e quelle dei professionisti.

PAROLE CHIAVE
Shift work, nurse, quality, 12 hours

Mostra/Nascondi contenuto.
3 ABSTRACT INTRODUZIONE La crisi economica attuale ha portato molte Aziende Sanitare a ricercare strategie organizzative volte ad ottimizzare le risorse disponibili ed il loro utilizzo. In molti hanno individuato nell'orario di lavoro il giusto compromesso per rispondere alle esigenze del datore di lavoro e a quelle dei professionisti coinvolti. Negli ultimi anni dunque, il tema dell'orario e di conseguenza i turni di lavoro sono diventati i parametri maggiormente oggetto di valutazione. L'attenzione è diretta ai turni, non solo per i riflessi che questi determinano sulle strategie organizzative, ma anche sulle ripercussioni che hanno nei confronti del work-family conflict. Il tema di non sottovalutare i rischi psico-sociali che derivano dal conflitto-lavoro famiglia, è stato recentemente ripreso anche dall'OMS. OBIETTIVO Progettare un modello di turni esteso a 12 ore lavorative, con la finalità di contribuire alla riduzione del work-family conflict, alla riduzione dei costi, mantenendo inalterata l'efficacia della prestazione erogata. MATERIALI E METODI Attraverso la somministrazione di un questionario a tutto il gruppo infermieristico, è stato individuato il modello orario da progettare. È stata condotta una ricerca bibliografica in campo nazionale ed internazionale volta ad evidenziare le differenze tra due modelli orari maggiormente in uso (turno di 8 e 12 ore) e i vincoli di applicabilità da rispettare (normativi, amministrativi e del personale). RISULTATI La ricerca ha prodotto degli studi e delle raccomandazioni molto interessanti che evidenziano come un modello orario di 12 ore rispetto ad uno di 8 ore sia in grado di ridurre il work-family conflict e allo stesso modo rispondere alle esigenze del datore di lavoro. È stato progettato un modello di turni su un orario esteso a 12 ore di lavoro giornaliero, in modo da rispettare le necessità del datore di lavoro e quelle dei professionisti. PAROLE CHIAVE Schift work, nurse, quality, 12 hours

Tesi di Master

Autore: Massimo Pacitto Contatta »

Composta da 39 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 706 click dal 05/05/2015.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.