Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

L'asseverazione di un SGSL nelle pmi tra semplificazione e risparmio

Con il presente lavoro si vuole proporre un diverso approccio alla materia della sicurezza del lavoro con l'obbiettivo di far recepire alle MPI una nuova concezione della materia attraverso la possibilità che tutto il carico di adempimenti possa essere messo a sistema attraverso, appunto, l'implementazione di sistemi di gestione della sicurezza (SGSL) e la successiva asseverazione da parte di organismi deputati, in modo da rendere più appetibile e più sensata la gestione prevenzione degli infortuni e delle malattie, e in modo da poter cogliere l'opportunità di semplificare e risparmiare , migliorando l'efficienza, le prestazioni e l'immagine interna ed esterna dell'impresa, riducendo i costi della salute e sicurezza.

Mostra/Nascondi contenuto.
Presentazione, obiettivi e articolazione della tesi La situazione economica, politica e sociale degli ultimi anni ha fortemente condizionato il modo di vivere di molti cittadini e di molte imprese europee, le quali si sono dovute confrontare, probabilmente, con la crisi economica più grave di tutti i tempi. Non è questa la sede per analizzare le cause ed i motivi di una tale situazione, ma è chiaro che essa si impone come una spinosa cornice e come un tetro sfondo, sul quale dipingere la materia relativa alla gestione della sicurezza lavoro nonché della considerazione e diffusione che tale materia ha venuto ad assumere. In Italia, più che negli altri Paesi, l'approccio alla materia della sicurezza sul lavoro ed a tutte le questione che orbitano attorno ad essa, è da sempre stata vista come un peso da sostenere, come un aggravio in termini di costi e come una perdita in termini di tempo da parte delle imprese costituenti nucleo produttivo del nostro Paese cioè le micro, le piccole e le medie imprese. Tutto quello che le MPI (micro e piccole imprese) in particolare devono sostenere in merito alla prevenzione degli infortuni e delle malattie sui luoghi di lavoro viene quasi sempre recepito come una mera imposizione di legge, come un mero atto obbligatorio eteronomo imposto dall'ordinamento. Questo atteggiamento ha determinato, nel corso dei decenni, uno scarsissimo livello di diffusione della cultura della sicurezza, portando come conseguenza ad una portata sempre più ampia gli eventi drammatici come gli infortuni e le morti sul lavoro. L'aumentare di tali incidenti ha costretto il governo a interventi normativi che si sono susseguiti “a cascata” sul mondo delle imprese, creando un oceano infinito di norme penali, norme amministrative, norme tecniche, accordi Stato-Regioni, direttive comunitarie, buone prassi, linee guida, ecc. ecc. È evidente che le ristrette disponibilità economiche e finanziarie delle imprese hanno determinano un calo degli investimenti, e quindi una conseguente riduzione dei piani di miglioramento in ambito sicurezza del lavoro riducendo anche l'effettiva osservanza dell'enorme carico normativo in materia. Con il presente lavoro si vuole proporre un diverso approccio alla materia della sicurezza del lavoro con l'obbiettivo di far recepire alle MPI una nuova concezione della materia attraverso la possibilità che tutto il carico di adempimenti possa essere messo a sistema attraverso, appunto, l'implementazione di sistemi di gestione della sicurezza (SGSL) e la successiva asseverazione da parte di organismi deputati, in modo da rendere più appetibile e più sensata la gestione prevenzione degli infortuni e delle malattie, e in modo da poter cogliere l'opportunità di semplificare e risparmiare , migliorando l'efficienza, le prestazioni e l'immagine interna ed esterna dell'impresa, riducendo i costi della salute e sicurezza. Semplificare significa quindi gestire il carico normativo cogente derivante dal D.lgs 81/2008 e s.m.i. valutandone la regolare applicazione attraverso l'istituto dell'asseverazione. Si vedrà inoltre 4

Tesi di Master

Autore: Andrea Pieroni Contatta »

Composta da 73 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 483 click dal 01/06/2015.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.