Skip to content

La Tela Videocinetica

Informazioni tesi

  Autore: Davide Gianluca Vaccaro
  Tipo: Tesi di Laurea Magistrale
  Anno: 2013-14
  Università: Università degli Studi di Torino
  Facoltà: Scienze Umanistiche
  Corso: Cinematografia. Storia, Teoria, Patrimonio
  Relatore: Alessandro Amaducci
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 254

La Tela Videocinetica opera la prima ricognizione analitica sulla produzione videoartistica di Marco Brambilla, pioniere del 3D nella videoarte. Il lavoro vuole analizzare l'estetica dell'artista ponendo l'accento sulla tecnologia, la sperimentazione, il coinvolgimento del pubblico e il rapporto con il cinema i nuovi media e la cultura pop. Inoltre si presterà particolare attenzione alla sperimentazione di un sistema di neomecenatismo dell'arte che ha visto Marco Brambilla lavorare indistintamente con Fondazioni d'Arte, gallerie, musei e marchi commerciali quali Lavazza, Ferrari, Hugo Boss senza rinunciare alla sua libertà artistica e sperimentazione sul mezzo video e le tecnologie connesse.
Marco Brambilla è un videoartista italo-canadese attualmente attivo a New York, che inizia la sua carriera come regista pubblicitario collaboratore di Ridley Scott. Dopo una breve esperienza ad Hollywood, dirigendo due film tra cui un blockbuster fantascientifico per il quale viene ricordato come il regista esordiente con il più alto budget di produzione nella storia della Fabbrica dei Sogni, passa ad occuparsi esclusivamente di videoarte. In anni recenti diventa un vero e proprio fenomeno culturale pop di fama internazionale producendo opere che tentano di uscire dai canonici circuiti delle gallerie d'arte. L'estetica che propone spazia tra il trash e il pop, recuperando icone della cultura popolare e del cinema hollywoodiano per ricontestualizzarle in scenari contemporanei, facendosi promotore di un'aspra critica sociale. Marco Brambilla tratta di consumismo, capitalismo, globalizzazione, ricerca del piacere effimero, precarietà e transizione sviluppando un'estetica che fa ampio uso della tecnologia. L'aspetto tecnologico è di fondamentale importanza per la sua estetica e il suo linguaggio affermandosi con un stile ponte tra videoarte monocanale di matrice cinematografica e videoinstallazione. Alla luce di quanto analizzato Marco Brambilla si può considerare un lucido interprete del suo tempo, che traduce in video tante delle inquietudini della società contemporanea post 11 Settembre 2001 prendendo coscienza degli epocali cambiamenti in atto e aprendo le porte per una sperimentazione di neomecenatismo dell'arte che contamina e coinvolge diversi settori e diversi media raggiungendo un pubblico di massa.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
Introduzione La videoarte è una forma di espressione artistica fortemente legata alla tecnologia e ai mutamenti tecnologici che la ricerca scientifica offre. La forma, il linguaggio, la pratica e l'estetica di quest'arte sono fortemente influenzati da tutti quei cambiamenti che la veloce evoluzione tecnologica produce, generando forme, stili e contenuti sempre nuovi che mutano freneticamente in pochi anni. La frenesia del cambiamento e l'ansia del progresso sono elementi ben fissati e rappresentati nella pratica artistica di Marco Brambilla, lucido interprete delle ansie ed inquietudini della contemporaneità post 11 Settembre, affermandosi con una logica espositiva in bilico tra la videoinstallazione e il video monocanale di matrice cinematografica che egli ama definire kinetic video canvas. Marco Brambilla, italo-canadese che opera negli Stati Uniti tra New York e Los Angeles inizia la sua carriera nelle arti visive come regista pubblicitario passando per il cinema hollywoodiano e una breve esperienza come regista di film TV in Europa prima di approdare alla videoarte. Tra i suoi maestri e mentori ha avuto personalità del calibro di Don McLean, il più grande tycoon della pubblicità canadese e Ridley Scott, negli anni di transizione tra la pratica pubblicitaria con la sua RSA e il successo sul grande schermo con Blade Runner (1982). Ad oggi si occupa di videoarte da circa un ventennio ma la sua consacrazione come videoartista e l'affermazione a livello internazionale è avvenuta solo in anni recenti, più precisamente nel 2008 con l'esposizione del primo episodio della trilogia Megaplex: Civilization (2008). Con questa installazione Marco Brambilla definisce uno stile, una poetica, e un'estetica che è la sintesi di tutte le sue precedenti esperienze di vita nella pubblicità e nel cinema, oltre a condensare in pochi minuti di video molteplici discorsi 8

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

digitale
estetica
3d
video
videoarte
pop
post-produzione
trash
estetica del video
marco brambilla

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi