Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Simbolizzazione e desimbolizzazione del reale all'interno del film commedia: ''Non c’è tempo per gli eroi''

Processi di simbolizzazione.
Il film "Non c'è tempo per gli Eroi" come tutti non è riducibile alla sua sola dimensione estetica o all'intreccio che sviluppa, o, meglio, tali elementi possono essere visti sotto una luce capace di metterne in risalto caratteristiche eccentriche rispetto a una prima critica cinematografica.
Considerando che tutti media svolgono tre funzioni fondamentali: Mediazione, Produzione e Relazione.

Mostra/Nascondi contenuto.
2 Introduzione L’ideazione del film e’ stata scritta in un constante confronto a tre dove il sotto scritto produttore, il regista e un altro amico studente appassionato di scrittura hanno cercato il giusto spunto al soggetto: Una storia che raccontasse una realtà sociale sommersa ma di cui si conosceva bene i risvolti. Con grande attenzione da una parte al contributo narrativo dall’ altra al dare alla trama uno sviluppo sempre realizzabile da una produzione cinematografica indipendente e a bassissimo budget. Queste esigenze hanno richiesto che il nostro lavoro si concentrasse in particolare sulla scrittura di un mondo possibile un mondo a noi almeno in parte conosciuto e trattasse di argomenti sociali e attuali di sicuro interesse per un ampio target. Il primo concetto e la prima etichetta del mondo narrativo di cui scrivere nasce dalla espressione del: “fare serata” (o per dirla alla fiorentina: “di fa’ serahta”) Questo termine, di uso comune tra i giovani fiorentini identifica per tutti la volontà di uscire la sera vivendo a pieno la notte. Ma per alcuni ha pero’ insiti negativi significati e altre cattive abitudini: Da qui la volontà e quindi l’ esigenza di ricercare ulteriore materiale con l’ idea di intervistare più soggetti possibili che associano a questo termine l’ attitudine costante di vivere la notte lasciandosi andare a pratiche negative qua li l’ assunzione di droghe e l’ abuso di alcool. - 1.2 - Introduzione alla Tesi L’ idea di questa tesi nasce da una grande passione cinematografica e per il proprio lavoro accademico. Alla consapevolezza dell’ importanza del posto occupato dai film cosiddetti “indipendenti” all’ interno della produzione culturale contemporanea si è aggiunta la curiosità per gli aspetti meno trattati ovvero quelli, appunto, di rilevanza sociologica e dei suoi processi simbolici. - 1.1 - CAPITOLO 1

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Lorenzo Ferrara Contatta »

Composta da 43 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 118 click dal 05/06/2015.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.