Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Translating a government publication on agri-renewables

Traduzione di una pubblicazione governativa sull'utilizzo delle fonti di energia rinnovabili nelle aziende agricole

Tesi di traduzione dall'inglese all'italiano di un testo governativo scozzese. La tesi è costituita da indice, introduzione, traduzione (testo originale più testo tradotto; essendo stata effettuata fonte-retro, la parte di traduzione è costituita da una pagina in inglese, finita poi a sinistra nella stampa, seguita da una pagina in italiano, a destra nella stampa), analisi della traduzione effettuata e bibliografia.

Mostra/Nascondi contenuto.
2 1. Introduzione Il presente elaborato affronta la traduzione di una pubblicazione del Governo scozzese datata 17 febbraio 2014. Il documento tratta della strategia messa in moto dal Governo stesso al fine di incrementare e promuovere l’utilizzo delle fonti di energie rinnovabili, prodotte in sede propria, all’interno delle aziende agricole scozzesi. L’idea del Governo consiste nello sfruttare a pieno le numerose risorse naturali disponibili sul territorio al fine di rendere la Scozia un paese più pulito e verde, nonché a bassa emissione di carbonio. La scelta dell’argomento di questo lavoro di tesi è ricaduta sull’utilizzo delle fonti di energia rinnovabili in ambito agricolo in seguito alla mia esperienza in Scozia. Ho vissuto in questo paese per sei mesi, dal settembre 2014 al marzo 2015, in uno dei tanti croft sparsi sulla costa nord-ovest. Presso la penisola dove ho risieduto, Scoraig, l’ubicazione isolata e la ricchezza di vento, acqua e sole hanno spinto gli abitanti a vivere quasi esclusivamente attraverso l’utilizzo di elettricità prodotta da turbine eoliche e pannelli solari fotovoltaici (PV). Ogni singolo croft era dotato di una turbina eolica di piccole dimensioni, che variavano da pali alti 10 metri con turbine di 1 metro di diametro a turbine di dimensioni maggiori fino a 30 metri di altezza con turbine dal diametro di 4 metri. Quasi la totalità dei croft era inoltre dotata di pannelli solari, necessari ad consentire uno stile di vita normale durante le rare giornate prive di vento. Durante gli sporadici giorni privi di vento e sole si ricorreva all’uso di generatori elettrici che, una volta scarichi, venivano ricaricati attraverso i sopracitati PV o turbine. Nonostante Scoraig fosse una penisola soggetta a costanti venti e i PV riuscissero a ricavare energia solare anche durante giornate molto nuvolose, l’elettricità disponibile non raggiungeva mai la quantità illimitata di cui ci si può vantare nelle abitazioni e negli edifici italiani standard a cui siamo abituati. Tale penuria energetica è causa di uno stile di vita ben diverso da quello a cui ero abituata prima di partire. Bisogna prestare attenzione a quanta elettricità vi sia prima di accendere qualsiasi apparecchiatura elettronica e, a volte, il quantitativo disponibile è talmente ridotto che un paio di lampade sono tutto ciò che si può accendere, a meno di non ricorrere al generatore. Tuttavia, questa situazione non va vissuta come una barriera, bensì come una spinta a vivere una vita meno dipendente dalla tecnologia, più sana e dove l’interazione faccia a faccia non viene ostacolata dal continuo bisogno di controllare cellulari, computer e altre apparecchiature elettroniche. In sintesi, una vita che abbraccia le serate in compagnia, le giornate all’aperto, l’attività fisica e, in conclusione, la natura e tutto ciò che ha da offrire. Un altro lato positivo dell’utilizzo delle energie rinnovabili

Laurea liv.I

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Chiara Tagliabue Contatta »

Composta da 75 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 124 click dal 10/06/2015.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.