Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Gestione del rischio clinico nell'allestimento dei farmaci antiblastici

Questa tesi si propone di studiare il rischio clinico terapeutico in ambito oncologico, al fine di poter individuare il processo da seguire per ottenere una maggiore sicurezza per il paziente, ma anche per l'operatore.
Nel caso specifico si è preso come modello di studio il Day Hospital di oncologia dell'Ist di Genova, cercando di descrivere quello che è il percorso del paziente all'interno del centro e cercando di evidenziare i punti critici rilevabili all'interno del sistema; prendendo in esame la gestione del processo oncologico nelle varie fasi: prescrizione, allestimento, somministrazione e tracciabilità di tutte le fasi descritte

Mostra/Nascondi contenuto.
PREFAZIONE L'allestimento delle terapie a base di farmaci chemioterapici presenta da sempre notevoli problematiche inerenti la personalizzazione del dosaggio e la tossicità sia per il paziente che per l'operatore preparatore. Fra gli errori che si possono verificare nella pratica clinica quotidiana sicuramente quelli relativi all' utilizzo di farmaci oncologici rappresentano una grossa preoccupazione per il paziente, per il medico, per il farmacista e l'infermiere ed un primo rapporto realizzato dalla “Commissione Tecnica sul Rischio clinico” sulla realtà ospedaliera italiana ha individuato nell'oncologia la seconda specializzazione a più alto rischio di errori. I farmaci oncologici presentano caratteristiche di tossicità inusuali ad altri farmaci già alle dosi terapeutiche; sono infatti caratterizzati dall'avere una stretta finestra terapeutica. Uno scostamento anche solo di poco rispetto a quelli che sono i dosaggi o le modalità di somministrazione definite può provocare seri danni per il paziente oltre che vanificare una scelta terapeutica efficace. [6] Questa tesi si propone di studiare il rischio clinico terapeutico in ambito oncologico, al fine di poter individuare il processo da seguire per ottenere una maggiore sicurezza per il paziente, ma anche per l'operatore. Nel caso specifico si è preso come modello di studio il Day Hospital di oncologia dell'Ist di Genova, cercando di descrivere quello che è il percorso del paziente all'interno del centro e cercando di evidenziare i punti critici rilevabili all'interno del sistema; prendendo in esame la gestione del processo oncologico nelle varie fasi: prescrizione, allestimento, somministrazione e tracciabilità di tutte le fasi descritte. Il lavoro è stato realizzato mediante un tirocinio di dieci mesi, nel corso dei quali ho analizzato il funzionamento del processo informatizzato di prescrizione, allestimento e somministrazione delle terapie chemioterapiche introdotto e sviluppato negli ultimi anni presso il 3

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Farmacia

Autore: Desiree Demurtas Contatta »

Composta da 76 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 884 click dal 28/07/2015.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.