Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

L'accoglienza critica italiana a "The Village" di Manoj Nelliyattu Shyamalan

Questa tesi vuole raccontare il film "The Village", uscito nel 2004, in particolare facendone un'analisi dettagliata per quanto riguarda il suo significato metaforico, la regia, la fotografia, la musica e il cast. Le recensioni della critica italiana al film, confrontate e commentate, sono lo spunto di riflessione iniziale.

Mostra/Nascondi contenuto.
I. Chi è M. Night Shyamalan? I.1. Dati biografici M. Night Shyamalan (vero nome è Manoj Nelliyattu Shyamalan, cfr. foto 12) nasce il 6 agosto del 1970 a Madras, in India, nell'enclave del Kerala e nel territorio di Pondicherry. I genitori, entrambi indiani, si trasferiscono in Pennsylvania subito dopo le nozze per esercitare la professione comune di medico, ma la madre vuole concludere la gravidanza in patria per avere l'assistenza dei genitori e della famiglia: tornano a Madras a poche settimana dal parto e lì nasce Shyamalan, che, quindi, risulta a tutti gli effetti di nazionalità indiana. Conclusasi la gravidanza, la famiglia torna presto negli Stati Uniti e si stabilisce in un sobborgo di Philadephia, che sarà la città di ambientazione di quasi tutti i suoi film, chiamato Penn Valley. Qui il futuro regista decide di prendere il secondo nome “Night”, quello con cui poi diventerà famoso in tutto il mondo, per usarlo come nome d'arte per alcuni cortometraggi che inizia ben presto a realizzare: per l'ottavo compleanno riceve in regalo una Super8 dal padre e da quel momento gira moltissimi video amatoriali, quasi 45 in otto anni. Shyamalan deciderà poi di mantenere il nome d'arte invariato per mostrare quanto sia stata importante per lui questa fase di lavoro amatoriale e la conferma di ciò arriva anche dal fatto che in moltissimi DVD abbiamo questi filmati nei contenuti speciali. Inizia da subito a prediligere uno stile narrativo basato sull'attesa, la dilatazione dei tempi e la suspense e a interessarsi al genere del thriller, sebbene sia a volte molto difficile e limitante inquadrare le sue pellicole in un singolo genere preciso. Il futuro cineasta riceve una formazione scolastica in scuole private cattoliche e, terminata la formazione di base, si trasferisce ancora, stavolta a Manhattan, dove studia e si laurea nel 1992 alla Tisch School of Arts (TSOA). In questi anni conosce anche la psicologa indiana Bhavna Vaswani, che nel 1993 diventerà sua moglie e da cui avrà due figli. Insieme andranno a vivere in una grande casa isolata nella immediata periferia di Philadelphia. Per capire Shyamalan conoscere la sua biografia è davvero fondamentale: la fede cattolica permea ogni sua pellicola, ma a volte si affianca a uno spiritualismo e a simboli derivanti dalle filosofie 4

Laurea liv.I

Facoltà: Scienze della Comunicazione

Autore: Mattia Gelosa Contatta »

Composta da 87 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 377 click dal 09/09/2015.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.