Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il pensiero socio-politico di Tsenay Serequeberhan: un'ermeneutica della filosofia africana

Filosofia Interculturale
Estetica Comparata
Filosofia Africana


Lo spirito con cui venne ideato il Progetto Africa-Europa: Incontro fra Culture presso l'Università degli Studi Roma Tre ad opera del Professor Gianni Carchia e del Dottor Marco Massoni, sostenuto poi nel corso degli anni anche dal Professor Giacomo Marramao e dalla Professoressa Lidia Procesi, è stato quello di evidenziare quanto più possibile la necessità e l'urgenza per la Filosofia Occidentale di aprire un dialogo con altri modi di pensiero, appartenenti a nuovi soggetti (perlomeno dal nostro punto di vista) come quelli provenienti dalla Filosofia Africana, dando vita ad un confronto sull'esigenza di oltrepassare i luoghi comuni, sperimentando un dibattito fecondo, ma ancora ai primordi in Italia, rispetto ad altri paesi come l'Olanda (in particolare la Erasmus University di Rotterdam nella figura del Professor Heinz Kimmerle, collega di studi del Professor Valerio Verra alle lezioni di Hans Georg Gadamer all'Università di Heidelberg), la Germania, la Svizzera, l'Austria, gli Stati Uniti (in particolare le università di Duke, Harvard, Indiana, Stanford e Tampa) e la maggior parte degli atenei dei paesi africani.
Negli anni recenti nei paesi occidentali molteplici sono stati i tentativi e gli sforzi di dare avvio a questo impegno comune.
Una delle conseguenze più frequenti, che vorremmo appunto evitare, derivante dal non considerare debitamente le reciproche differenze fra le diversità, sia per ciò che attiene alla conoscenza sia per ciò che attiene alla creatività, è proprio la mera dimenticanza ed esclusione della ricchezza eterogenea, più recondita e segreta, della quale sovente siamo ignari portatori.
Il responsabile del progetto ha realizzato le seguenti iniziative:

1. Partecipazione al Second Panafrican Symposium of Philosophy, organizzato dal Professor Claude Sumner del Dipartimento di Filosofia della Addis Ababa University, tenutosi presso la sede dell'OUA (Organizzazione per l'Unità Africana) ad Addis Abeba, Etiopia, nei giorni 1-4 dicembre 1996.

2. Comunicazione dal titolo “New perspectives in Contemporary Aesthetics: why European Continental Philosophy opens to Comparative and African Philosophy”, presentata alla Prima Conferenza Internazionale Africa in World Affairs: Challenges to the Humanities, organizzata dal Professor Albert Tito Dalfovo, direttore del Dipartimento di Filosofia della Facoltà di Lettere della Makerere University di Kampala, Uganda, ed ivi tenutasi nei giorni 6-8 marzo 1997

3. Missione di studio presso la Erasmus University di Rotterdam, Paesi Bassi, nel mese di aprile 1997, su invito del Professor Heinz Kimmerle.

4. Organizzazione del seminario di studio tenutosi il 12 giugno 1997 a Roma presso la sala conferenze di Palazzo Capizucchi, dal Professor Martin Nkafu Nkemnkia, docente di filosofia presso le Pontificia Università Lateranense, Gregoriana ed Urbaniana, dal titolo Il Pensiero africano come Vitalogia, attuato sotto la supervisione della Professoressa Lidia Procesi, docente di Storia della Filosofia Moderna e di Filosofia delle Religioni, dal Dipartimento di Filosofia dell'Università degli Studi Roma Tre nell'ambito del progetto di Ateneo "Africa-Europa".

5. Missione di studio presso la Stanford University, Stati Uniti, nel mese di febbraio 1998, su invito del Professor Valentin Y. Mudimbe.

6. Incontro seminariale Le parole dell’antropologia: in occasione della presentazione del Dizionario di Antropologia (a cura di Ugo Fabietti e Francesco Remotti) presso la sala conferenza della Fondazione Lelio e Lisli Basso con la partecipazione del Prof.Giacomo Marramao, del Prof. Alessandro Triulzi e del Prof.Antonino Colajanni, in data 26 maggio 1998.

7. Conferenza pubblica dal titolo Filosofia come luogo aperto per una comunicazione interculturale. La Filosofia Africana si interroga. Crisi della razionalità eurocentrica, in collaborazione con...

Mostra/Nascondi contenuto.
5 Avvertenza Lo spirito con cui è stato ideato il Progetto Africa-Europa: Incontro fra Culture presso l'Università degli Studi Roma Tre ad opera del Professor Gianni Carchia - al quale è dedicato il presente lavoro di ricerca - sostenuto poi nel corso degli anni anche dal Professor Giacomo Marramao e dalla Professoressa Lidia Procesi, è quello di evidenziare quanto più possibile la necessità e l'urgenza per la Filosofia Occidentale di aprire un dialogo con altri modi di pensiero, appartenenti a nuovi soggetti (perlomeno dal nostro punto di vista) come quelli provenienti dalla

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Marco Massoni Contatta »

Composta da 290 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2598 click dal 20/03/2004.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.