Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Lo sviluppo del Turismo come leva economica. Il caso dei distretti turistici della Regione Sicilia

Il lavoro di questa tesi è maturato partendo dall'idea di considerare i Distretti Turistici come opportunità di sviluppo economico per l'Italia e soprattutto per la regione Sicilia.
Il lavoro è stato suddiviso in quattro capitoli.
L'argomento è stato analizzato sotto l'aspetto legislativo, statistico e sociale. E' stato effettuato un excursus legislativo per spiegare l'evoluzione dei distretti, sono state utilizzate indagini statistiche aggiornate e ricercate nuove teorie di marketing riguardanti il settore turistico.
E' stata data una definizione di Distretto Turistico e sono state evidenziate le differenze con forme aggregative territoriali simili, mettendone contemporaneamente in risalto le caratteristiche distintive.
Il concetto di Distretto Turistico è stato inoltre associato alla nuova visione di turista, che non viene più considerato un soggetto passivo dell'offerta, ma parte integrante di un "prodotto" che sempre di più si configura come un sistema di esperienze, in cui il turista ha un ruolo attivo e primario.
Da questi elementi è stata poi analizzata la situazione dei Distretti in Sicilia, la loro suddivisione territoriale e tematica, sono state analizzate le caratteristiche strutturali dell'offerta e le caratteristiche della domanda attuale, evidenziati i punti di debolezza del sistema "Sicilia" e contemporaneamente le opportunità che presenta questo territorio, soprattutto alla luce dei nuovi finanziamenti previsti dal FERS 2014-2020, un piano poliennale incentrato sullo sviluppo di progetti in ambito culturale e turistico.
A tale proposito sono state individuati sia gli interventi da attuare per colmare le carenze strutturali, legislative e burocratiche, sia le principali azioni da intraprendere per stimolare tutti i settori e gli attori coinvolti nel miglioramento e nello sviluppo del sistema turistico che, dall'analisi che è stata affrontata, risulta chiaramente una risorsa non pienamente apprezzata ma in grado di generare profitti di lunga durata, con risvolti più che positivi, non solo per l'industria turistica, ma per tutti i settori economici coinvolti.

Mostra/Nascondi contenuto.
Introduzione L'Italia è un paese a vocazione fortemente turistica, sia grazie alle sue specificità naturali, sia per la presenza di numerose e famose opere artistiche, elementi che sono presenti in maniera più o meno incisiva, in tutto il territorio nazionale. Nonostante il potenziale però, le risorse non sempre sono sfruttate al massimo per cui la attuale condizione è caratterizzata dalla simultanea presenza di regioni o città che attraggono milioni di turisti ogni anno, e che devono addirittura attuare delle politiche di contenimento, e altre zone, perfino maggiormente ricche di attrattive, che invece vengono “sfruttate” principalmente nei periodi estivi e che quindi presentano tutte quelle problematiche relative al turismo di massa concentrato. Lo scopo di questa tesi è quello di rimarcare il concetto ormai consolidato di turismo come leva economica e di spiegare il fenomeno del distretto turistico come strumento sia per lo sviluppo di un territorio, sia per l'attuazione della destagionalizzazione dei flussi turistici in Italia e soprattutto in Sicilia. Il lavoro di questa tesi sarà suddiviso in quattro capitoli. 3

Laurea liv.I

Facoltà: Economia

Autore: Maria Lorena Nigro Contatta »

Composta da 129 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1143 click dal 09/09/2015.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.