Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Lo scrittore al tempo dei media digitali: il caso di Alessandro Baricco

Il presente lavoro, nell'idea di chi l'ha sviluppato, trae origine da alcuni quesiti specifici che ad oggi sembrano minare i destini della narrativa contemporanea: qual è lo spazio che occupa lo scrittore nell'epoca della multimedialità e del trionfo dei media audiovisivi? E quali sono gli strumenti di cui egli ha bisogno per salvaguardare la propria sopravvivenza nell'industria culturale?
Per rispondere a tali interrogativi è stato necessario delineare un percorso deduttivo che è partito dalle questioni generali che riguardano la figura dello scrittore odierno in Italia, per poi focalizzarsi su una personalità letteraria tra le più controverse dell’ultimo decennio: Alessandro Baricco.

L’elaborato si sviluppa in tre capitoli. Il primo in particolare, dopo aver introdotto il discorso attraverso le due opposte opinioni degli intellettuali George Steiner e Mario Vargas Llosa, si propone di offrire una panoramica di alcune tappe significative della letteratura italiana dell’ultimo trentennio. Nello specifico, si è osservato come evidente sia la progressiva contaminazione di linguaggi tra i mass media e le forme letterarie. Si è visto come, a partire dall’esordio romanzesco di Umberto Eco ci sia una visibile frattura nella tradizione narrativa contemporanea, che si protrarrà fino ai giorni nostri. Proseguiremo poi accennando alcuni esempi concreti di scrittori che accolgono con scioltezza le acquisizioni offerte dai nuovi mezzi di comunicazione, a volte esasperandole e dando vita a veri e propri casi editoriali.
Il secondo capitolo arriva direttamente al cuore della presente materia di studio. In accordo con il critico Vittorio Spinazzola decideremo di esularci da ogni pregiudizio sugli scrittori “alla moda” per cercare di analizzare il “caso Baricco” in tutte le sue ambiguità. Come in ogni epoca di mutazioni, si vedrà come davanti alle trasformazioni in atto si riproporrà una logica secolare tra sostenitori compiacenti e oppositori convinti.
Baricco si collocherà sicuramente contro gli oppositori convinti, annunciando quell’“invasione barbarica” che diventerà vero e proprio marchio di fabbrica dello scrittore.
Il terzo capitolo, infine, si pone l’obiettivo di introdurre l’opera dello stesso Baricco nonché il suo percorso professionale, per affermare come egli rappresenti il coronamento di quel processo di ibridazione delle forme letterarie a cui stiamo assistendo oggi. Ed una volta inquadrata la posizione intellettuale e l’idea di letteratura che conseguono dalle sue esperienze personali, si è deciso di analizzare un testo in particolare, Seta, il quale sembra racchiudere, nel bene e nel male, tutte le caratteristiche della prosa baricchiana.

Mostra/Nascondi contenuto.
3 Introduzione Il presente lavoro, nell'idea di chi l'ha sviluppato, trae origine da alcuni quesiti specifici che ad oggi sembrano minare i destini della narrativa contemporanea: qual è lo spazio che occupa lo scrittore nell'epoca della multimedialità e del trionfo dei media audiovisivi? E quali sono gli strumenti di cui egli ha bisogno per salvaguardare la propria sopravvivenza nell'industria culturale? Per rispondere a tali interrogativi è stato necessario delineare un percorso deduttivo che è partito dalle questioni generali che riguardano la figura dello scrittore odierno in Italia, per poi focalizzarsi su una personalità letteraria tra le più controverse dell’ultimo decennio: Alessandro Baricco. L’elaborato si sviluppa in tre capitoli. Il primo in particolare, dopo aver introdotto il discorso attraverso le due opposte opinioni degli intellettuali George Steiner e Mario Vargas Llosa, si propone di offrire una panoramica di alcune tappe significative della letteratura italiana dell’ultimo trentennio. Nello specifico, si è osservato come evidente sia la progressiva contaminazione di linguaggi tra i mass media e le forme letterarie. Si è visto come, a partire dall’esordio romanzesco di Umberto Eco ci sia una visibile frattura nella tradizione narrativa contemporanea, che si protrarrà fino ai giorni nostri. Proseguiremo poi accennando alcuni esempi concreti di scrittori che accolgono con scioltezza le acquisizioni offerte dai nuovi mezzi di comunicazione, a volte esasperandole e dando vita a veri e propri casi editoriali. Il secondo capitolo arriva direttamente al cuore della presente materia di studio. In accordo con il critico Vittorio Spinazzola decideremo di esularci da ogni pregiudizio sugli scrittori “alla moda” per cercare di analizzare il “caso Baricco” in tutte le sue ambiguità. Come in ogni epoca di mutazioni, si vedrà come davanti

Laurea liv.I

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Luca Mussari Contatta »

Composta da 68 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 652 click dal 15/09/2015.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.