Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

L'ERM nel contesto normativo internazionale ed impatto sulla disciplina italiana. Peculiarità ed effetti applicativi del D.Lgs. n.231/2001

Gli Stati Uniti sono stati il primo paese a dotarsi di una specifica legislazione, volta a prevenire i fenomeni di corruzione internazionale. Tale normativa ha rappresentato un importante punto di riferimento, fornendo ispirazione per il d.lgs. 231/01 e per la relativa istituzione di modelli di organizzazione, gestione e controllo e di organismi di vigilanza (ODV)

Mostra/Nascondi contenuto.
4 1 IL CONTESTO NORMATIVO INTERNAZIONALE IN TEMA DI RESPONSABILITÀ DA REATO DELLE PERSONE GIURIDICHE Gli Stati Uniti sono stati il primo Paese a dotarsi di una specifica legislazione, volta a prevenire i fenomeni di corruzione internazionale 1 . Tale normativa ha rappresentato un importante punto di riferimento, fornendo ispirazione per il DLgs. 231/01 e per la relativa istituzione di Modelli di organizzazione, gestione e controllo e di Organismi di Vigilanza (OdV). 1.1 Stati Uniti: Foreign Corrupt Practices Act Il Foreign Corrupt Practices Act (FCPA), pubblicato nel 1977 e modificato successivamente nel 1988, è un atto legislativo del Congresso statunitense recante disposizioni volte ad impedire la corruzione di funzionari stranieri, finalizzata all’ottenimento o al mantenimento di affari. Tale atto legislativo, dunque, è stato introdotto per eliminare pratiche che avrebbero potuto influenzare in modo negativo l’integrità finanziaria delle società statunitensi. La legge interessa ogni persona fisica o giuridica statunitense o residente negli Stati Uniti (domestic concern), oltre ogni società estera che compra o vende titoli negli USA (issuer); sono inclusi dipendenti, agenti, azionisti e funzionari che agiscono per conto di quelli. 1 Sul tema si veda, tra gli altri, C.A. Dittmeier, Internal Auditing: chiave per la Corporate Governance, Egea, Milano, 2011, p.38

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Economia

Autore: Rossana Rinaldi Contatta »

Composta da 82 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 762 click dal 24/09/2015.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.